19 giugno 2014: al via la tredicesima edizione del Gay Village a Roma

gay

Il Gay Village è giunto, ormai, alla sua tredicesima edizione. Giovedì 19 giugno aprirà, quindi, di nuovo i battenti la manifestazione romana, che per la prima serata avrà due madrine d’eccezione: Vladimir Luxuria, che sarà poi una presenza costante per tutta l’estate, e Alessia Marcuzzi.

La location è la stessa dello scorso anno, il Parco del Ninfeo all’Eur, che aprirà i propri cancelli al popolo rainbow, e non solo, il giovedì, il venerdì e il sabato sera fino al 13 settembre. Costo del biglietto di ingresso: 8,00 euro di giovedì, 10,00 di venerdì e 18,00 di sabato.

Lo slogan ufficiale scelto per la manifestazione è “La parità è il miglior risultato“, un messaggio chiaro e incisivo allo stesso tempo, che accoglie non solo il pubblico gay, ma anche la numerosa presenza eterosessuale, che ormai vive quest’evento come una tappa fissa dell’Estate Romana.

Tematica scelta come filo conduttore per questa edizione del Gay VIllage è lo sport, per cui si è deciso di ispirarsi alle Olimpiadi greche, per ricostruire una sorta di Tempio, tinteggiato con le sfumature dell’arcobaleno e ricco, allo stesso tempo, di innovazioni tecnologiche. La presenza costante di una sorta dì mini elicottero, comandato proprio dalla stessa Luxuria, consentirà, inoltre, di diffondere in tempo reale sul maxi schermo le immagini riprese nel corso delle serate, così da condividere tutti insieme quello che succede.

luxuria

Venerdì sera si dà il via, poi, anche ai Gay Village Games, la vera innovazione rispetto alle precedenti edizioni della manifestazione. Si tratta di una specie di remake dei Giochi senza frontiere di qualche anno fa, che trae ispirazione dalla campagna, improntata proprio al mondo dello sport, dal titolo Dai un calcio all’omofobia. Così, sarà possibile assistere a competizioni agonistiche alquanto fuori dalle righe, che vanno dal lancio della borsetta al salto in alto avvalendosi del tubino alla corsa del condom alla gara di freccette omofobe (come sagome si useranno immagini di Putin e di Giovanardi) fino al drag wrestling. L’appuntamento con i giochi sarà fisso per tutti i venerdì sera.

La discoteca sarà un appuntamento fisso e ospiterà quarantacinque differenti dj provenienti da ogni parte del pianeta. Dal 17 al 19 luglio,inoltre, si terrà un concorso di Drag Queen, chiamato Drag Factor – The Italian Race, che vedrà oltre centotrenta concorrenti, selezionati a livello nazionale. Dal 21 al 23 agosto, poi, ci sarà il Venus Rising Festival e dal 28 al 30 agosto il Gay Village ospiterà, per la prima volta nel nostro Paese, il Mister Gay World 2014. Per l’occasione sfileranno sulla passerella dell’Eur trenta tra i più bei giovani gay di ogni nazione, che si contenderanno il titolo di gay più bello del mondo. Infine, dal 4 al 6 settembre il Village ospiterà la quinta edizione del Gender Docu Festival, nel corso del quale si affronterà la tematica delle problematiche legate all’identità di genere.

Un programma intenso quello che attende Roma per le prossime serate. Almeno questo pezzo di Estate Romana gay friendly non è finita recisa dalla scure dei tagli amministrativi della Capitale e potrà, quindi, continuare ad illuminare i week end dei prossimi tre mesi.

CONDIVIDI