Registrati | Accedi Area utente

3 attività pratiche Montessori da fare in casa coi bimbi

come contribuire al naturale sviluppo dei propri bambini

scritto il 15 Nov 2016 da in La lentearticolo letto 48volte

bambini_metodo_montessori

Come comportarsi e cosa fare per aiutare il “naturale sviluppo” del proprio bambino? Ecco 3 attività Montessori da fare a casa

Educare il proprio bambino non è cosa semplice, così come non è facile aiutarlo a crescere e scoprire il mondo che lo circonda nel modo più naturale possibile. Ma, non è nemmeno una cosa impossibile.

Basta solo incamminarsi nella giusta direzione e tutto il resto verrà da sé: con queste 3 attività pratiche Montessori da fare a casa con i bimbi sarà tutto più facile.

“Stimolare e affinare ogni senso, per ampliare il campo di percezione del bambino, svilupperà in modo naturale la sua intelligenza”: è questo il pensiero sul quale Maria Montessori ha costruito il suo bellissimo castello dedicato tutto all’educazione dei più piccoli.

Un metodo, quello montessoriano, che ruota attorno a specifiche attività pratiche, le quali hanno come unico scopo quello di sviluppare al meglio le capacità psichiche e sensoriali del bimbo. Un metodo largamente utilizzato in molteplici istituti, al fine di allenare tutte le abilità dei bambini.

Anche a casa è possibile seguire i principi base di un metodo largamente riconosciuto come molto efficace: ecco di seguito qualche consiglio.

3 attività pratiche Montessori da fare in casa coi bimbi

La prima delle tre semplici attività proposte mira a favorire lo sviluppo della memoria tattile: invitare il bimbo a indovinare un particolare oggetto solo toccandolo. Si consiglia sempre di partire con soli tre oggetti, per poi aumentarne il numero, in modo tale da innalzare il livello di difficoltà, ampliando gradualmente le sue capacità.

Cosa occorre? Tre semplici oggetti e una scatola ove riporli. Dopo aver preso in mano un oggetto per volta e aver pronunciato il suo nome (utile anche per imparare nuove parole), gli stessi dovranno essere riposti nella scatola. Sarà il bambino toccando gli oggetti, quindi esplorando con le mani, a cercare di capire di cosa si tratta, senza guardare all’interno della scatola. Le mani si trasformeranno per un attimo negli occhi: un’operazione che chiama in causa anche la memoria.

Un’altra attività è quella relativa alla forma e alla grandezza degli oggetti. In questo caso dovrete costruire (potete procurarvi il materiale necessario su targetsas.it), almeno 10 cubi di diversa grandezza. Quindi, create una torre con i cubi a disposizione: dal più grande al più piccolo. Ecco la parte super divertente: invitate il bimbo a far cadere la stessa torre di cubi, per poi invitarlo a ricostruirla allo stesso modo.

Quando il bimbo avrà acquisito un certo grado di sicurezza sarà possibile rendere più difficile il tutto disponendo i cubi in orizzontale: in questo modo, capire quale sia il più grande e quali quelli più piccoli è sicuramente più difficile.

L’ultima delle 3 attività pratiche Montessori da fare in casa coi bimbi è dedicata al concetto di armonia dei suoni. Riempiendo 5 bicchieri con dell’acqua in modo differente l’uno dall’altro, sarà possibile ottenere una scala musicale: il diverso livello di liquido, quando il vetro sarà colpito con un cucchiaino, inciderà a creare dei suoni diversi tra loro. In questo modo il bambino potrà allenarsi a capire qual è il suono più debole e quale quello più forte. Poi, magari aiutarlo a completare la scala musicale seguendo uno specifico ordine, dal suono più alto a quello più basso e viceversa.

Quelle appena descritte sono tre semplici attività dalle grandi potenzialità: basta poco per far divertire il proprio bimbo e, allo stesso tempo, aiutarlo a crescere, sviluppando la sua intelligenza.

Share Button

OkNotizie

Staff

Gli articoli di (81)

facebook facebook
Articoli recenti