Registrati | Accedi Area utente

5 Giugno: Giornata mondiale dell’ambiente

scritto il 05 Giu 2014 da in Prima paginaarticolo letto 758volte

terra

Nel 1972 l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha istituito la Giornata mondiale dell’ambiente, definendo il 5 giugno quale data convenzionale per tutto il pianeta. In quella stessa occasione è nato l’Unep, ossia il Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente, che ha il compito di tener ben ferma tra la popolazione l’importanza della natura per la vita di tutti noi.

Da allora, quindi, ogni anno, proprio oggi, si celebra la Giornata mondiale per l’ambiente. Tema per il 2014 è la salvaguardia di piccoli stati insulari in via di sviluppo, che rischiano di scomparire a causa dell’innalzamento di temperatura del globo terrestre e del conseguente e progressivo scioglimento dei ghiacciai. Secondo l’Unep negli ultimi cento anni il livello del mare si è innalzato di circa 25 centimetri in tutto il mondo.

Ecco perché quale motto di quest’anno è stato scelto lo slogan: “Alza la tua voce, non il livello del mare” e quale sede per la conferenza le isole Barbados, che, proprio per la loro collocazione e conformazione rischiano di sparire, inghiottite dall’oceano se non si fa qualcosa al più presto. La sensibilizzazione dell’opinione pubblica è uno dei primi obiettivi da raggiungere, in modo tale che quando a settembre si terrà il vertice mondiale sul clima, i rappresentanti dei diversi Paesi sapranno già quanto la popolazione è là, pronta a supportarli in questo processo di difesa del pianeta.

terra mani

A sostegno della tutela della terra, sono scesi in campo anche testimonial d’eccezione, che a vario titolo hanno voluto indicare diversi ambiti di intervento per poter proteggere l’ambiente naturale. Così l’attore Don Cheadle si è fatto portavoce delle energie rinnovabili, quali elementi di contrasto dell’effetto serra, mentre l’attore Ian Somerhalder, diventato famoso per la serie Televisiva “I diari del vampiro”, ha promesso di cambiare il proprio stile di vita, seguendone uno più sostenibile, così da alterare il meno possibile il pianeta. La top model Gisele Bundchen si è impegnata a lottare contro lo spreco di cibo, attivandosi in prima persona. Infine, il centrocampista del Manchester City, l’ivoriano Yaya Touré, ha sostenuto la propria presa di posizione contro la plastica- Ognuno di questi quattro ambasciatori, quindi, dovrà coinvolgere i propri fan nel sostenere la difesa del pianeta, proprio partendo dalle campagne da loro stessi proposte; come mezzi di diffusione sono stati scelti Facebook, Twitter e Linkedin.

In Italia, proprio per sostenere la Giornata mondiale dell’ambiente si sono tenute oggi diverse manifestazioni. A Roma, all’interno della sede Fao; si è tenuto il convegno “Connect4climate“, che ha messo in dialogo tra loro realtà istituzionali, organizzazioni finanziari ed enti del terzo settore, che operano per la tutela del pianeta.

A Firenze, invece, la Coldiretti ha presentato un report intitolato: “Lavorare e vivere green in Italia“, nel quale si evidenzia come, malgrado la crisi del Paese, il consumo dei prodotti biologici e a chilometri zero sia un fenomeno in forte aumento. L’Associazione degli agricoltori ha, inoltre, colto l’occasione per illustrare la classifica dei cibi più inquinanti, ossia quelli che arrivano nelle nostre cucine dopo molti chilometri di viaggio.

A Milano si è approfittato della giornata per incentivare la campagna “Basta mozziconi a terra“, che a breve coinvolgerà anche molte altre città del nord, e che prevede sia momenti di informazione che l’installazione di specifici raccoglitori per i mozziconi di sigari e sigarette, che sono un altro elemento di inquinamento ambientale.

A Monreale, in provincia di Palermo, le strade sono state trasformate in gallerie d’arte all’aperto per esporre opere dedicate alla natura.

Insomma anche il nostro Paese è sceso in prima linea per la difesa dell’ambiente. Preservare la Terra, il nostro splendido pianeta azzurro, deve essere un preciso compito di ognuno di noi. La difesa passa dalla scelta dei cibi da mettere a tavola, dalla spazzatura differenziata, dal non lasciare luci accese inutilmente e dalla scelta di un comportamento responsabile un giorno dopo l’altro.

Share Button

OkNotizie
Sabrina Rosa

Sabrina Rosa

Sono una counselor e una mediatrice familiare, da sempre impegnata nel Terzo Settore. Amo il rispetto per la vita in ogni sua manifestazione, dal più piccolo battito di ali alla maestosità di un tuffo di un'orca nell'oceano.

twitter facebook

Gli articoli di (230)

facebook facebook
Articoli recenti