Allarme tubercolosi: due pazienti infetti scappano dall’ospedale Gemelli di Roma

tubercolosi

Due pazienti romeni affetti da Tubercolosi, e ricoverati nel reparto malattie infettive sono scappati, giorni fa dall’ospedale Gemelli di Roma.

Uno dei due è stato rintracciato dagli agenti del commissariato Vescovio poco dopo le ore 18 di martedì pomeriggio. L’uomo sarebbe stato intercettato nelle vicinanze della parrocchia di Santa Emerenziana. Il paziente 46enne di origini rumene, insieme a un altro cittadino straniero, si era dileguato qualche giorno fa dal reparto dove era stato ricoverato per avere le adeguate cure per i sintomi della Tubercolosi.

I pazienti ricoverati da maggio si sarebbero allontanati dal reparto malattie infettive. L’ospedale Gemelli e il Comune di Roma propongono il Tso (trattamento sanitario obbligatorio per motivi di sanità pubblica), chiedendo alla Questura, Prefetto e vigili di rintracciare i due pazienti e di riportarli in ospedale usando ogni precauzione per evitare il contatto. Si consiglia alle forze dell’ordine l’ausilio di mascherine protettive del tipo FP3 per la prevenzione.

Loading...

Cos’è la tubercolosi?

La tubercolosi è una grave malattia infettiva che attacca i polmoni, ma può colpire anche altre parti del corpo. Si trasmette per via aerea attraverso goccioline di saliva emesse con la tosse, il rischio di contagio è molto elevato

[youtube MxbSpis9qk4 nolink]

Il paziente è stato riconosciuto dalle forze dell’ordine, che hanno richiesto l’immediato intervento di un’ambulanza. L’uomo è stato trasportato verso una struttura sanitaria competente, per il continuo delle cure.

L’allarme da parte dell’ospedale è scattato celermente, per evitare situazioni di contagio ed epidemia, il personale incaricato aveva avvisato le autorità locali dell’accaduto. Tutt’ora continuano le ricerche per trovare l’altro uomo e scongiurare il contagio ad altre persone.

Anche se gli esperti dell’Istituto Superiore di Sanità dichiarano che la Tubercolosi non è una malattia altamente contagiosa, poichè il rischio di trasmissione esiste ( maggiormente in ambienti chiusi), non si devono creare allarmismi nella popolazione.

 

CONDIVIDI
Lorita Russo
Sono l' Amministratrice e Responsabile Marketing di Quotidianpost, editor, articolista e reviewer. Gestisco un mio blog di cucina Facili Idee. Sono proprietaria di un canale youtube e di un gruppo di cucina di 58.000 follower.
Loading...