Angel Correa: il calcio è in ansia

f_angel_300

 

Angel Correa, attaccante argentino classe 1995, che ha firmato a fine maggio per l’Atletico Madrid,ha subito un intervento chirurgico a New York per curare un tumore cardiaco.

La notizia ha fatto il giro del Mondo ed è stata diffusa dal giornale spagnolo ‘As’.

L’intervento, riguardante l’asportazione di un tumore benigno al ventricolo è stato delicato e gli spacialisti non si sono spinti a fare pronostici sul futuro del giocatore. C’è chi ipotizza un recupero veloce, come Mathias Lemmens, il presidente del San Lorenzo, la sua ex squadra, che ieri aveva parlato di “sei mesi di inattività”. I medici, invece, non si sbilanciano: “È un problema molto grave ed è impossibile determinare quanto ne verrà fuori”. Insomma, un problema serio per un attaccante di appena 19 anni che, così, deve fermarsi e aspettare la guarigione. Correa, chiaramente, spera di fare un pieno e veloce recupero, cercando di non ascoltare le voci provenienti dall’Atletico: “in realtà non si sa nemmeno se tornerà a giocare a calcio, è un problema delicato che mette a rischio la vita del giocatore”.

Il giocatore è adesso a Madrid, ma in un paio di settimane potrebbe tornare in Argentina, per trascorrere alcuni giorni con la famiglia, prima di effettuare nuovi accertamenti a fine agosto. La speranza è che presto tutto possa passare e Correa potrà tornare a fare quello che li riesce meglio: correre sul prato verde.

Antonio Murrone

CONDIVIDI