Bando del Concorso di Polizia aperto ai civili in uscita ad Aprile

DSC_0915_sitoIl 2017 si preannuncia un anno buono per i concorsi nelle forze armate. Il capo della Polizia ed ex prefetto Franco Gabrielli ha da poco annunciato che entro fine aprile verrà pubblicato in Gazzetta Ufficiale il bando per il concorso per diventare poliziotti. Quasi 1200 posti a disposizione di coloro che hanno sempre avuto il desiderio di intraprendere la carriera in Polizia. Si entra a far parte come “agenti” e la buona notizia è che non c’è bisogno di nessun titolo di studio particolare o di corso speciale, basta avere la licenza media.

Una buona notizia in tempi di crisi lavorativa. I posti a disposizione non sono pochi, 1148, 255 dei quali saranno dedicati a coloro già impiegati nelle forze armate, Marina, Esercito, Aeronautica Militare. Si prevede una partecipazione massiccia, aperta, lo ricordiamo, sia a uomini che donne. Il Ministero degli Interni prevede circa 500 mila domande provenienti da tutta Italia, ma anche dall’ estero. Ci sono infatti parecchi nostri concittadini che vivono fuori dai confini e che potrebbero tornare in patria per l’occasione.

I test

Saranno previste delle prove scritte, test di ammissione alla parte orale a cui potranno accedere coloro che avranno ottenuto un punteggio non inferiore ai sei decimi. Dopodichè ci saranno degli accertamenti dei requisiti psichici e attitudinali secondo l’ordine della graduatoria.

I test saranno multiple choice o a risposta aperta, di cultura generale, di informatica, in lingua straniera scelta dal candidato al momento della presentazione della domanda e psico attitudinali.

Dove studiare

Online ci sono una moltitudine di strumenti gratuiti e libri per preparare il concorso. Abbiamo provato www.concorsopolizia.com, è una piattaforma di esercitazione che restituisce interessanti statistiche sul livello di preparazione suddivise per materie, oltre a dare la possibilità di simulare l’esame con ottanta domande e un’ora di tempo per eseguire le risposte, assolutamente da provare!

I requisiti per la partecipazione al concorso:

  • bisogna essere maggiorenni e non aver superato i 30 anni al momento della presentazione della domanda;
  • si deve poter godere dei diritti civili e politici. Chi ne è stato privato per una condanna penale non può partecipare;
  • idoneità culturale, fisica, psichica ed attitudinale al servizio di polizia;
  • possesso del titolo di studio di scuola media inferiore, la vecchia terza media;
  • nessuna condanna per diritto colposo

Recentemente il Ministero ha stabilito di non limitare l’accesso ai concorsi a coloro che non hanno dei requisiti fisici specifici: “Non si deve precludere l’accesso alle Forze Armate, alle Forze di Polizia, e al Corpo dei Vigili del Fuoco in ragione della mancanza del requisito dell’altezza minima prevista dalle attuali disposizioni, ma di consentire la valutazione dei soggetti in base a differenti parametri dai quali possa comunque desumersi la più generale, ma imprescindibile idoneità fisica del candidato allo svolgimento del servizio militare o d’istituto”. Significa quindi che verranno “valutati” , attraverso una commissione, eventuali parametri fisici.

Come e quando si presentano le domande

bisogna aspettare la pubblicazione del bando in cui verranno specificate tutte le cose da fare e come presentare la domanda. Occhio quindi a consultare la Gazzetta Ufficiale sul sito. Le prove, con molta probabilità, si terranno a Roma tra luglio e settembre 2017 e saranno determinati per stilare la graduatoria che verrà pubblicata ad inizio 2018.

Il superamento della prova

La graduatoria, che sarà pubblicata nel 2018, servirà al Ministero dell’ Interno per inserire gli allievi nelle scuole di polizia nell’ arco di 36 mesi. Dopo aver passato 6 mesi in aula si diventerà “agenti in prova” e a seguire, dopo altri 6 mesi, si verrà destinati in una delle tante caserme sparse nel territorio italiano. Inizia la vostra carriera come poliziotti.

 

CONDIVIDI