Catanzaro: contrae un debito di un centesimo Equitalia gli sequestra la moto

MILANO: SEDE E LOGO EQUITALIA

Succede a Catanzaro, un uomo contrae un debito di un centesimo col comune ed Equitalia gli sequestra la moto

Quando l’assurdo supera ogni limite. Questa è la storia di Orlando Parentela, un uomo di Catanzaro che contrae un debito col comune di 0,01 centesimi, sul pagamento della tassa dei rifiuti. L’incredibile arriva quando Equitalia manda una cartella esattoriale e sequestra la moto di proprietà dell’uomo.

I fatti della vicenda

L’azienda Equitalia ha sottoposto a fermo amministrativo, la moto del convenuto. Lo scorso 8 luglio, il Parentela ha ricevuto la notifica del provvedimento di fermo

La tassa che doveva versare al comune era di 83,68 euro, ma il comune gli aveva chiesto 83,67 euro, così lui ha pagato il bollettino in questione. Alla luce dei fatti ora il Parentela dovra’ pagare, oltre al centesimo, un euro e 40  a titolo di mora e di spese di notifica per rimuovere il fermo. Non è tanto 1,40 ma la vicenda in sè stessa a divenire comica ed assurda. Inoltre come spiega l’uomo, la moto non sarebbe più in suo possesso, avendola venduta tempo fa.  L’uomo ha assicurato che pagherà la multa, ma ha constatato che la vicenda è davvero ridicola.

Come definire questo caso? Strano ma Vero

CONDIVIDI
Sono la Responsabile Marketing di Quotidianpost, editor ed articolista. Gestisco un mio blog di cucina Facili Idee ed un sito di guide