Dopo “Live at Pompeii”, i Pink Floyd al cinema.

0
3
pink floyd

Pink-Floyd

Adrian Maben, 52 minuti in bianco e nero nello studio Europa-Sonor di Parigi nel 1971 con i Pink Floyd.

Adrian Maben, regista scozzese nato nel 1942, dopo aver girato il famoso film-documentario-musicale “Live at Pompeii”, presenterà un altro documentario sulla famosa band britannica. Potremmo vedere infatti, 52 min di vita reale, mentre Roger Waters, David Gilmour, Richard Wright e Nick Mason mangiano,scherzano e ridono tra di loro.

live at Pompeii

In “Live at Pompeii” Maben, presentò l’idea proprio ai Pink Floyd di combinare le loro musiche con opere pittoriche, ma la richiesta non fu approvata. Nel 1971 il regista, accompagnato dalla ragazza, tornò in Italia con la speranza di poter ritrovare il passaporto smarrito quando andò a visitare Pompei. Si innamorò dell’antico Anfiteatro Romano, era la location perfetta dove  la band poteva suonare ed esser ripresa  in azione per il suo nuovo documentario. Il regista ottenne quindi il permesso di girare per sei giorni nel sito archeologico, ovviamente chiuso al pubblico. I Pink Floyd vollero andar li di persona, non volevano finti scenari ma respirare l’aria di Pompei ed esser accarezzati dalla brezza di poter suonare in uno degli anfiteatri più antichi del mondo. “Live at Pompeii” per gli amanti della band fu un vero e proprio tocca sana, ma questa volta Maben cercherà di dar vita alle emozioni, far immedesimare il pubblico nel regista, dargli l’impressione di star a parlare con i loro idoli. Uno spaccato di vita che raffigura la mitica band nella loro semplicità e sregolatezza accompagnati da ostriche e birra. In “Chit Chat with the Oysters”, i Pink Floyd risponderanno anche alle domande del regista Maben. Adrian ha dichiarato che “Chit Chat” è l’esatto contrario di “Live at Pompeii” ma gli piacerebbe venissero proiettati insieme.  La bellezza di quest’opera sarà proprio nella sua semplicità, sembrerà di toccar con mano una delle band più famose d’Inghilterra, di parlarci, di stare seduti al tavolo con loro. Insomma, per i fan sarà un avvenimento imperdibile.

- Pubblicità -