Registrati | Accedi Area utente

Epatite C: scoperto farmaco per curarla ma costa 84.000 mila dollari per terapia di 12 settimane

scritto il 14 Lug 2014 da in Salute e Bellezzaarticolo letto 2.995volte

sovaldi

Gli stati europei chiedono al laboratorio americano Gilead, che ha brevettato il farmaco Sovaldi, di abbassare il prezzo fissato negli Stati Uniti

Il nuovo farmaco contro l’epatite C, il sofosbuvir, sarebbe in grado di eliminare il virus dal sangue nel 90-100% dei casi in sole 12 settimane di trattamento a casa.  E’ stato scoperto da Pharmasset e poi acquisito per lo sviluppo dall’azienda Gilead Sciences. Il farmaco avrà un costo di 84 mila dollari per 12 settimane di trattamento se impiegato per il genotipo 1 e 2, e di 168 mila dollari per le 24 settimane se impiegato per il genotipo 3,

Attualmente non è ancora disponibile, ma sarà fornito da subito e gratuitamente solo ai pazienti gravissimi e affetti dal virus epatite C, per uso compassionevole. L’annuncio è stato divulgato il mese scorso dall’Agenzia italiana del farmaco (Aifa).

L’obiettivo dichiarato dal ministro della Sanità Beatrice Lorenzin è di garantire ai malati di epatite C cure gratis dal 2016

I pazienti Italiani che riceveranno il trattamento sono attualmente 394, quelli immediatamente gestibili saranno 1200. L’Aifa chiederà alla Commissione Tecnico Scientifica di aumentare il numero dei pazienti e di includere anche quelli con carcinoma trattabile che sono in lista per il trapianto.
I malati di epatite C in Italia attualmente sono più di 500 mila, con un grave bilancio di 9000 decessi all’anno.
Il Comitato prezzi e rimborso dell’Aifa sta tentando si aprire un negoziato con l’azienda produttrice Gilead , nel frattempo il farmaco verrà somministrato gratuitamente solo ai pazienti affetti da epatite C urgenti, pazienti con recidiva severa di epatite dopo trapianto o con cirrosi scompensata in lista per trapianto epatico.

Durante il negoziato l’Italia ha contrattato con l’azienda americana un prezzo medio europeo di 37mila euro, ma questo significa che per trattare 20mila pazienti i costi salirebbero intorno ai 740 milioni di euro in un anno.

Prezzi esorbitanti, che lascerebbero oltre 200 mila pazienti senza nessuna cura.

L’azienda produttrice ha attualmente bloccato la trattativa sul prezzo con l’Italia per valutare gli impatti farmaco-economici di una scala di trattamenti su centinaia di migliaia di pazienti e non su poche migliaia. Questa valutazione sarà importante per arrivare a decidere il prezzo finale.

La Francia insorge per annunciare al pubblico il problema sul prezzo troppo alto di un farmaco salva-vita, che riuscirebbe a salvare la vita a tutti i pazienti affetti dal virus epatite C.
La rivoluzionaria terapia in questione scoperta pochi mesi fa, ha un’efficacia maggiore rispetto alle cure con l’interferone, inoltre ha pochissimi effetti collaterali. Ma attualmente è un farmaco praticamente impossibile da assumere dato l’altro prezzo.
Il medicinale contiene una molecola con un prezzo inaccessibile, che il servizio sanitario di tutti i Paesi della comunità Europea non sarebbe in grado di sostenere, esattamente 84.000 dollari per 12 settimane di terapia
Frédéric Van Roekeghem, direttore generale di una delle principali mutue francesi dichiara

“E’ l’ennesima rapina delle case farmaceutiche”

I paesi europei, tra cui l’Italia, hanno chiesto a Bruxelles di intervenire per mettere a posto questa grave incongruenza con il prezzo della terapia.
“Si tratta di un prezzo troppo elevato che compromette i bilanci sanitari di tutti gli Stati Europei”
Questo porterà ad avere pazienti di serie A e altri di serie B, solo chi potrà pagare il farmaco si curerà? Mentre gli altri dovranno stare in punto di morte per averlo gratuitamente?

 

Share Button

OkNotizie
Lorita Russo

Lorita Russo

Sono la Responsabile Marketing di Generazione Web, editor ed articolista. Gestisco un mio blog di cucina Facili Idee ed un sito di guide

twitter facebook

Gli articoli di (466)

  • gianna

    Prima ci infettate con il virus con aghi trasfusioni etc…poi ci chiedete di pagare un farmaco salvavita è come dire siete morti dal momento che siete stati contagiati. Vergogna! Ma che razza di umanità e questa! Sono anni che ci date dei tossici quando sapete da sempre che nn è così…

  • nico

    Ogni volta che esce un nuovo farmaco, sembra che faccia miracoli. Dopo si scopre che sono piu’ quelli che ammazza di quelli che sopravvivono. Maledette case farmaceutiche.

  • Lorita Russo

    è solo speculazione sulle persone malate, ma i medicinali dovrebbero essere gratuiti specialmente i salvavita

facebook facebook
Articoli recenti