Ginnastica artistica, infortunio grave per la campionessa Vanessa Ferrari

Rottura del tendine d’Achille durante la finale dei Mondiali a Montreal, l’azzurra in lacrime: “Volevo vincere”

Ginnastica artistica, infortunio grave per la campionessa Vanessa Ferrari

Rottura del tendine d’Achille durante la finale dei Mondiali a Montreal, l’azzurra in lacrime: “Volevo vincere”

La carriera di Vanessa Ferrari, campionessa bresciana di ginnastica artistica, potrebbe essere a rischio a causa di un grave infortunio subito durante la finale dei mondiali di Montreal che si stanno tenendo in questi giorni. La 27enne ha riportato la rottura del tendine di Achille del piede sinistro, lo stesso operato un anno fa, subito dopo le Olimpiadi di Rio de Janeiro. La campionessa stava cercando di conquistare il primo posto nella finale dell’esercizio a corpo libero, mentre eseguiva un flick tempo nella seconda diagonale, rendendo il suo esercizio originario ancora più difficile. Da subito è stato chiaro che la situazione era grave, Vanessa non riusciva nemmeno ad alzarsi in piedi ed ha abbandonato la pista in sedia a rotelle.

Le parole dell’azzurra

“Ho provato a vincere, ho dato tutto – ha spiegato l’atleta con la voce rotta dalle lacrime – Mi sentivo bene, avevo provato i salti in allenamento. Non ho sentito dolore, solo il tendine che si staccava. Non ho nemmeno provato a rialzarmi, perché avevo capito che il tendine era andato. Ho provato a giocarmi il tutto per tutto, ma è andata così”.

I risultati

Alla fine l’oro è stato vinto dalla giapponese Mai Murakam, il secondo posto invece è andato alla statunitense Jade Carey, mentre la britannica Claudia Fragapane ha ottenuto il bronzo. L’altra azzurra in gara, Lara Mori, si è classificata sesta.

CONDIVIDI
Loading...