Il viaggio è la più grande avventura della vita…

Immagine 72

Caro lettore, non ti stai annoiando anche tu nell’essere  sottopagato per fare un lavoro che non ti piace, davanti ad un computer per cinque ore che sembrano ventiquattro e tornare stanco in un appartamento piccolo e poco illuminato? O forse sei una commessa costretta a stare otto ore in piedi e sorridere a una morbosa clientela di pazze quarantenni che cercano la taglia 38 pur non facendo al caso loro. Non immagino che dolore alle guance! O magari, sei un operaio che si spacca la schiena, tra colleghi di lavoro che s’infortunano nel migliore dei casi per le scarse e inadeguate misure di sicurezza e la paga da miseria, stai aspettando di sapere se la tua ditta sarà l’ennesima ha chiudere.

No, non sto proponendo una soluzione hai vostri problemi! C’è già chi è spropositatamente pagato per pensarci! Il mio scopo su questa pagina web è uno spazio per sognare. Sognare? E chi ne ha bisogno? Non c’è tempo per queste cose, giusto? Potete mentire agli altri ma non ha me, tutti vogliono sognare!

E ora come ora, quasi il 97% degli italiani sogna di trovarsi da un’altra parte. Francia, Regno Unito, Stati Uniti, Australia, Giappone, Thailandia, Egitto. Per cercare cosa? mare, monti, montagne, foreste, templi antichi, città scintillanti. Tutto ciò lo avete anche in Italia…ma non lo potete toccare. Come non lo potete toccare anche nel resto del mondo. No, aspettare!

Non è mia intenzione scoraggiarvi ancora di più, ma conoscendo la realtà dei fatti, non cresce la voglia in voi di evadere in modo o nell’altro? Fosse anche solo con la mente cullati dalla mia parola scritta? E chissà che nei miei viaggi immaginari non possiate trovare un modo conveniente di renderli realtà. Parlo a voi, uomini e donne d’ufficio, cassiere e commesse, contadini o muratori. Rubate pochi minuti al vostro lavoro se state lavorando sul computer, o correte a casa dopo una lunga giornata tra cemento e travi, sedetevi sul divano e venitemi a trovare. Del resto come ben sapete…sognare non costa nulla!

E il nostro primo viaggio virtuale ci fa volare un Tunisia, una terra a tratti fertile e sabbiosa, densa di cultura e storia. Le vacanze estive sono in arrivo e, per chi può, è tempo di prenotare al più presto per trovare le ultime offerte. Per questo che vi propongo questa meta. Per chi volesse sognare ad occhi aperti,  la Tunisia offre hotel a pensione completa a quattro stelle a bassissimo prezzo se si sa in che periodo andare.

Io optai per metà settembre e dire che mi sono trovata bene è decisamente dire poco.  Ma partiamo con ordine: Tutti sanno che la città più bella da visitare è Tunisi, non per nulla è la capitale. Quello che però spesso non viene detto è che il vero cuore di questo paese, libera da turisti e circondata da pura e semplice bellezza è  Il golfo di Hammamet. Su tutta la costa si possono trovare città di rara bellezza dove la contrattazione è l’unica arma in tuo possesso. Avete presente il mercatino sotto casa vostra dove un kilo di patate vi pesa sulla rata del mutuo? In questo splendido paese (come nella maggior parte dei paesi nord africani) nulla costa troppo se non sei tu a volerlo.

Basta avere una faccia tosta e un pizzico di coraggio. Bisogna dirla tutta, non è che prezzi siano così alti infondo, però, non bisogna mai mostrarsi deboli, o saranno loro a ripulirti. Del resto nella contrattazione il prezzo può scendere come può salire!  Proprio passeggiando tra questi mercatini e paesini, mi sono imbattuta nella proposta di un piccolo tour al castello di Hammamet. Oltre ad una squisita cena a base di tipici piatti tunisini, ho assistito a spettacoli sulla storia di principi e principesse del deserto illuminati dalla tenue luce del tramonto.

Alle fortunate donne dalla chioma dorata veniva regalato uno splendido fiore da infilare tra le ciocche. Non ero una tra queste essendo castana…sono così rare le bionde per loro!  Il vero e grande spettacolo sarebbe apparso di lì a poco nell’arena del castello. Proiettato su un muro d’acqua veniva narrata la storia della Tunisia mentre uomini a cavallo combattevano e bellissime donne danzavano danze sconosciute ai nostri occhi. Spettacolare e unico, per questo show veniva proibito l’uso di videocamere e fotocamere. Non fummo in molti a seguire l’obbligo e quei scintillanti flash distrassero molti, ma lo spettacolo offertoci era eccezionale.

Musica e  Luci accompagnavano il tutto. Svegliarsi il giorno dopo e capire che era tutto finto non sarebbe stato facile.  Per chi ama il relax, dopo una serata come quella, non rimane che sdraiarsi su quella finissima sabbia che sembra fatta di seta, sotto un sole cocente anche in settembre inoltrato.  A Monastir (dove vi è anche un aeroporto) trovate tutto questo e anche di più. Acqua salata, proprio come quella di casa nostra ma, meno inquinata. Chissà perché il mediterraneo, pur essendo l’unico mare a bagnare entrambe  le coste, risulta sporco solo da noi. Già… chissà perché. Palme e piante grasse fanno da cornice ad uno dei paesi più ricchi di bontà e bellezza del nord africa.  Ad un buon prezzo, un meraviglioso mondo. Ditemi la verità, non vi è piaciuto sognare un pò con me? Attenzione, sognare è gratuito ma può dare dipendenza!

 

CONDIVIDI
  • Valeria

    Chiudere gli occhi e iniziare a viaggiare… l’ideale x chi deve lavorare a ferragosto! !

  • francesco

    Brava, e’vero sognare non costa nulla poi io ci sono stato e posso confermare, bel posto e denaro ben speso.un caloroso complimento alla scrittrice dell articolo