Las Vegas giocatore fa causa al casinò per la perdita di 500 mila dollari: era ubriaco

casinò

Un imprenditore statunitense Mark Johnston, di 52 anni, ha perso $ 500,000 mila dollari (euro 360 milioni) in un casinò di Las Vegas e lo ha citato in giudizio perché afferma di essere stato invogliato a giocare nonostante era visibilmente ubriaco.

La causa è stata intentata il 18 febbraio nel tribunale dello stato del Nevada.

Inoltre ha affermato che non avrebbe pagato i suoi debiti di gioco poichè il personale del Casinò avrebbe continuato a portargli almeno 20 bibite alcoliche durante le 17 ore di gioco, mentre era visibilmente e completamente ubriaco.

Anche essendo un esperto giocatore, l’uomo dopo essere rientrato in albergo, l’indomani al suo risveglio non ricordava assolutamente più nulla.

Secondo la legge del Nevada, i casinò non sono autorizzati a servire i clienti visibilmente ubriachi.

Johnston ha detto alla CNN “Immaginate un ubriaco che cammina per strada, e i borseggiatori o ladri o chiunque gli prendono i soldi. Ecco come io lo definisco ciò che mi è capitato”.

Il casinò ha finora rifiutato di commentare. Si indaga sulla questione.

CONDIVIDI
Lorita Russo
Sono l' Amministratrice e Responsabile Marketing di Quotidianpost, editor, articolista e reviewer. Gestisco un mio blog di cucina Facili Idee. Sono proprietaria di un canale youtube e di un gruppo di cucina di 58.000 follower.