Registrati | Accedi Area utente

Manet a Pal. Reale

Il percorso artistico di Manet e l'incontro con gli artisti del suo tempo...

scritto il 16 Mar 2017 da in Libriarticolo letto 15volte

  Manet, suonatore di flauto  

Dal Musèe d’Orsay di Parigi sono giunte a noi le più importanti opere del rappresentante degli Impressionisti , Manet, raccolte nella mostra ospitata a Pal.Reale: “Manet e la Parigi moderna”, aperta al pubblico fino al 2 luglio 2017. Si possono così ammirare 55 dipinti, di cui 17 appartenenti a Manet e altri splendidi capolavori di maestri come Boldini, Cezanne, Degas, Fantin-Latour, Gauguin, Monet, Renoir, e non sono ancora tutti…oltre a questi vi si trovano anche 10 disegni e acquerelli di Manet, oltre a diversi di altri artisti…

15-manet-le fanciule col padre

La mostra illustra così l’itinerario percorso dal maestro, che realizzò 430 dipinti, di cui due terzi sono tuttavia opere minori,schizzi. Il suo percorso si interseca con quello di molti altri pittori a lui contemporanei, che incontrava nei caffè,allora molto frequentati da intellettuali e artisti, o in teatri e circoli culturali… Manet viene considerato colui che rivoluzionò l’arte moderna attraverso i temi a lui più cari, come il ritratto, il paesaggio, le donne, Parigi, la città da lui tanto amata. Proprio in quel periodo la capitale francese si stava evolvendo, oltre che nell’assetto urbanistico, anche nel nuovomodo di vivere dei suoi abitanti, attraverso atteggiamenti più liberi e nuovi costumi. Era questa la Parigi dell’epoca di Napoleone III°..
donna nella vasca -Manet

Ecco tra i ritratti le due fanciulle di fronte e di schiena, incorniciate in un quadro, il giovanissimo suonatore di flauto in divisa, che rappresenta lo stesso manifesto della mostra, la bellissima testa bionda della donna adagiata nella vasca, dallo sguardo dolce e la carnagione che pare di alabastro, le due fanciulle in abito bianco affacciate al balcone davanti al padre, il gentiluomo coi baffi in piedi sullo sfondo, per finire con  la nobildonna dalla bionda frangia al centro di una grande sala affollata, tutte testimonianze del cambiamento dei costumi intesi anche come rapporti e nuovi atteggiamenti, come rivelano gli sguardi e atteggiamenti molto più liberi e indipendenti delle giovani  donne…

02.-MANET-467-x-600Il profilo del gentiluomo, seduto con in mano un libro, rivela l’importanza che veniva data al valore della cultura e dell’intelligenza, nello sguardo, che ne domina il volto dalla folta barba e gli occhi pensosi…Sul tavolo sono accumulati in disordine libri, manoscritti e una penna d’oca. Non meno interessante è l’uomo più maturo dai folti baffi e l’acuta espressione  incerta, che pure sfoglia un libro. La coppia rappresenta il tema dell’amore: due sguardi e due vite  che si incontrano, seduti ad un caffè.paesaggio di Manet

Magnifico è infine il paesaggio in cui è dipinta una canoa guidata da due candide fanciulle, che naviga sui magnifici riflessi azzurro-blu di un lago, dove si intravvedono bianche vele e sullo sfondo  i colori incerti e ovattati di una vegetazione autunnale…

Grazia Paganuzzi

 

Share Button

OkNotizie
Grazia61

Grazia61

Sono una giornalista free lance specializzata in turismo culturale: mostre d'arte e storia, borghi antichi e centri storico-artistici, residenze d'epoca, viaggi culturali...Faccio parte del GIST (Gr. Ital St.Turist.). Ho viaggiato in Italia, area mediterranea, Europa e Centr'America.Ho collaborato con molte riviste, ad es. On The Road dal 2004, e on line, con Milano Life da giugno 2014.

facebook

Gli articoli di (144)

facebook facebook
Articoli recenti