Registrati | Accedi Area utente

Matrimonio omosessuale: la Corte Costituzionale riconosce l’unione

scritto il 12 Giu 2014 da in Prima paginaarticolo letto 965volte

mani
Importante pronuncia che può aprire al matrimonio omosessuale a pochi giorni dal discusso Roma pride e dallo spot Findus approvato dall’associazione Gay Center. Dopo il sollecito della Corte di Cassazione riguardante una coppia sposatasi con differenza di sesso e, poi dopo il cambio di sesso del marito, ritrovatasi di fatto in un matrimonio omosessuale, la Corte Costituzionale ha deciso che il vincolo non può essere riconosciuto come matrimonio, ma il legislatore deve occuparsi di normativizzare le unioni tra persone dello stesso sesso e nel caso concreto è giusto “mantenere un rapporto di coppia giuridicamente regolato con un’altra forma di convivenza registrata, che tuteli adeguatamente i diritti ed obblighi della coppia medesima, con le modalità da statuirsi dal legislatore”.  di fatto pur non volendo usare la dicitura matrimonio omosessuale, è stato compiuto il primo passo verso il diritto al riconoscimento degli effetti giuridici di tali unioni. La Corte Costituzionale afferma che non possono essere cancellati sul piano giuridico gli effetti di un’ unione che aveva prodotto diritti e doveri reciproci che non sono sacrificabili.

I fatti che hanno portato alla richiesta di riconoscimento del matrimonio omosessuale

I fatti: un Lui e una Lei si sposano nel 2005, Lui decide di andare in Thailandia per cambiare sesso, torna in Italia ottiene il riconoscimento come donna, ma sorpresa: il funzionario di stato civile a cui è stato chiesto il cambiamento di sesso all’anagrafe proprio non sa che fare del matrimonio dei due e quindi scrive “ Stato civile non documentato”. Si passa poi al tribunale di Modena che si trae dall’impaccio dicendo che in effetti l’ufficiale di anagrafe non può togliere effetti ad un legame giuridico e allora ci pensa la Corte di Appello: matrimonio annullato. Direte: “è normale”, invece no, perché i due coniugi proprio non avevano previsto, e tanto meno voluto, questo effetto e quindi si rivolgono alla Corte di Cassazione, Supremo Giudice che però si trova in imbarazzo e quindi passa la patata bollente alla Corte Costituzionale. La Cassazione ritiene che annullare il matrimonio può portare a diverse violazioni di articoli costituzionali.
Art 2: che tutela i diritti inviolabili dell’uomo;
art 3: principio di uguaglianza
art 10: stabilisce che l’Italia si conforma alle norme di diritto internazionale.
Per la Cassazione annullare gli effetti civili del matrimonio, lede il principio di autodeterminazione delle persone e cancella in modo imperativo una relazione affettiva stabile.

Potenziali sviluppi del matrimonio omosessuale

Il riconoscimento degli effetti civili di questo matrimonio che è in effetti ora tra persone dello stesso sesso, quindi matrimonio omosessuale, è un viatico importante per ottenere la possibilità di contrarre matrimonio tra persone dello stesso sesso.
In passato la Corte Costituzionale è sempre stata contraria a tale riconoscimento affermando che la nostra Costituzione prevede come elemento essenziale del matrimonio la diversità di sesso tra gli sposi.
Una piccola precisazione, la Corte Costituzionale nell’udienza del 10 giugno 2014 non ha permesso la costituzione come parte dell’associazione LGBT da anni in lotta per i diritti di gay, lesbo, trans e bisex in quanto ha ritenuto non vi fossero in questa vicenda i presupposti per un interesse alla questione da parte dell’associazione. Ha voluto in questo modo riportare nell’alveo di quel determinato nucleo la questione e probabilmente evitare che questa pronuncia potesse in un qualche modo avere carattere generale ed essere strumentalizzata, sebbene la natura stessa della Corte Costituzionale non preveda il dirimere di questioni meramente private.
Non resta che attendere ulteriori sviluppi che però devono avvenire nel luogo consono per immettere nell’ordinamento norme giuridiche ovvero il Parlamento.

Share Button

OkNotizie
Nadia Pascale

Nadia Pascale

twitter facebook google plus

Gli articoli di (64)

facebook facebook
Articoli recenti