Milan, primo colpo dell’era Seedorf: ecco Essien

Michael Essien

Michael Essien

Michael Essien è un nuovo giocatore del Milan. Il 31enne centrocampista ghanese è diventato ufficialmente rossonero due giorni fa, con la firma su un contratto valevole fino al 30 giugno 2015 ed attraverso una nota pubblicata sul sito del club, che recitava testualmente: “Trentun anni appena compiuti, tante vittorie in carriera nei campionati nazionali e in Champions League, nazionale ghanese. E’ questo il curriculum d’alto livello che accompagna Michael Essien all’aeroporto della Malpensa”. Il ghanese lascia il Chelsea di Mourinho a titolo definitivo e, secondo fonti vicine ai rossoneri, praticamente gratis. Domani svolgerà le visite mediche di rito e poi si metterà subito a disposizione di Clarence Seedorf, che aveva fortemente caldeggiato il suo ingaggio.

Infatti, le prime parole da neo-milanista di Essien sono proprio dedicate al nuovo allenatore: “Sono felice di essere qui, il Milan è una grande squadra – ha detto il ghanese appena sbarcato a Milano – Sono arrivato in rossonero dopo aver parlato con Seedorf. Spero che Clarence diventi un grande allenatore. Kakà e Balotelli? Due grandi giocatori”. Parole di rito, all’apparenza. Ma Essien si sente già rossonero dentro: “Farò il mio meglio per il Milan e spero di essere subito pronto per giocare – ha dichiarato in esclusiva a “Milan Channel” – Ho parlato con Seedorf due giorni fa, non vedo l’ora di essere a disposizione. Ci tengo a ringraziare il presidente e la squadra e un grazie anche a Mourinho che mi ha concesso di indossare la maglia rossonera”. Centrocampista forte fisicamente e con notevole esperienza internazionale, tra i preferiti proprio del tecnico portoghese, Essien lascia il Chelsea dopo 8 stagioni, 256 presenze (tra Premier League e coppe) e 25 gol, compresa la parentesi nel Real Madrid dello scorso anno. Sicuramente un rinforzo di lusso per il disastrato Milan di questa stagione. Un rinforzo che Seedorf potrà utilizzare, per sua fortuna, sia in campionato che in Champions League. Il progetto continua.

CONDIVIDI
Loading...