Mosca: una nota giornalista è in coma dopo l’attaccato di un uomo

La giornalista è stata operata al collo e versa in condizioni critiche

MOSCA – Una nota giornalista Tatyana Felgenhauer, è stata pugnalata alla gola da un uomo che è entrato all’improvviso nel suo studio. Uno degli ultimi attacchi contro giornalisti e attivisti di opposizione a Mosca.

L’assalitore è riuscito ad entrare negli uffici di Ekho Moskvy (L’Eco di Mosca) principale stazione radio indipendente della Russia. Tatyana è famosa per essere la co-hosting di un famoso show radiofonico.

Ekho Moskvy ed è di proprietà della compagnia petrolifera Gazprom. Ha una delle poche redazioni in Russia in cui lavorano giornalisti indipendenti, ha diverse volte trasmesso report e discussioni critiche nei confronti del Cremlino.

Loading...

La giornalista di 32 anni, trasportata d’urgenza in ospedale, è stata sottoposta ad un  delicato intervento chirurgico e le è stato indotto il coma farmacologico. Le sue condizioni sono gravi ma al momento non è in pericolo di vita.

L’aggressore, in stato confusionale, dopo essere stato arrestato dalla polizia ha detto che era in contatto telepatico con la donna da ben 5 anni, sostenendo che la giornalista lo aveva ingannato.

Dinamica dei fatti

L’attacco che ha subito la giovane giornalista era premeditato. L’uomo per entrare nell’edificio, ha spruzzato del gas al peperoncino alla guardia di sicurezza ed è poi salito al 14 ° piano, dove vi sono i monolocali della stazione.

(Vitaly Ruvinsky, Ekho Moskvy photo via AP)

“L’uomo è venuto qui con decisione, sapeva già dove andare”, ha detto Venediktov ai giornalisti.

Altri giornalisti avevano già ricevuto diverse minacce di morte, tra cui la popolare Yulia Latynina, andata via dalla Russia, dopo aver subito un attacco nel mese di settembre.

Il portavoce dell’Ufficio del Procuratore Generale russo ha definito l’attacco come “scandaloso” e attuo a portare a termine un omicidio, inoltre ha annunciato che esamineranno il caso in modo da capirne tutti i risvolti.

Anche il sindaco di Mosca, Sergei Sobyanin con un twitter ha annunciato di essere sconvolto per l’attacco alla giovane giornalista.

Dmitry Muratov, caporedattore del quotidiano Novaya Gazeta, dice che è stato il fallimento delle autorità russe a rendere possibili gli attacchi e le minacce costanti verso giornalisti indipendenti, attivisti e leader dell’opposizione.

 

CONDIVIDI
Lorita Russo
Sono l' Amministratrice e Responsabile Marketing di Quotidianpost, editor, articolista e reviewer. Gestisco un mio blog di cucina Facili Idee. Sono proprietaria di un canale youtube e di un gruppo di cucina di 58.000 follower.
Loading...