New York : “It” esiste. Avvistamento a Staten Island

1957: un demone dalle molteplici forme si risveglia dopo anni di silenzioso letargo nello Stato del Maine,U.S.A.” Ebbene, ecco come si può riassumere l’incipit del romanzo “It” del celeberrimo e idolatrato scrittore Stephen King, che ha terrorizzato, turbato, spezzato le notti di molti appassionati (e non )del genere horror. Ma cosa succederebbe se d’un tratto, durante una tranquilla passeggiata notturna nel nostro quartiere, ci accorgessimo di un clown dallo sguardo assassino dall’altro lato della strada?

Proviamolo a chiedere ai cittadini di Staten Island, che si trovano ormai da giorni a combattere con questo incubo. Ciò che era iniziato tutto come uno scherzo ( tant’è che i cittadini del luogo si trovavano divertiti davanti alle apparizioni di questo clown) si è trasformato dall’essere divertente, all’essere grottesco e inquietante, non che questo fantomatico clown abbia fatto del male a qualcuno, ma per gli scherzi spaventosi che i cittadini del quartiere cominciano ora ad accusare pesantemente. La vicenda diventa ancor più inquietante quando nessuno ha ancora capito chi sia in realtà quest’uomo e perché continui a molestare i passanti…fin quando un giovane documentarista ventenne di nome Alex Powell viene smascherato grazie al report del Sunday People, che ha seguito il giovane nella “mutazione” demoniaca da semplice civile a “Pennywise“. Non so se sarebbe stato divertente trovarselo davanti, e non ho la minima idea di come personalmente possa reagire di fronte ad una situazione del genere, ma una cosa è certa, adesso starò più attento a camminare vicino ai tombini…a buon intenditor poche parol

Loading...

CONDIVIDI
Loading...