Registrati | Accedi Area utente

Noleggiare una piattaforma aerea: quando si ritiene necessaria

scritto il 23 Ago 2016 da in Lavoroarticolo letto 85volte

cela2Non è raro vedere, anche in città, l’utilizzo di piattaforme aeree, soprattutto per le operazioni di trasloco o interventi di manutenzione su facciate di edifici o balconi; scopriamo insieme come funzionano queste attrezzature, e qual è il metodo più conveniente per utilizzarle nella propria attività.

Negli ultimi anni sta avendo sempre più diffusione l’utilizzo di piattaforme di lavoro elevabili (spesso denominate anche «cestello» in gergo tecnico), quelle speciali attrezzature pensate per facilitare l’esecuzione di lavori in quota, sia nei cantieri edili sia in altri scenari, anche “domestici”, come il trasloco da un’abitazione. Merito anche del mercato, che ormai offre una gamma completa di modelli in grado di soddisfare ogni tipo di esigenza da parte degli utenti, che possono trovare e contare su soluzioni che comprendono piattaforme con diversi sistemi di elevazione e di traslazione, rendendo così possibile l’esecuzione del compito desiderato.

Andiamo in profondità. Scendendo in dettagli maggiormente tecnici, e ricordando che le piattaforme aeree vengono anche definite Piattaforme di Lavoro Mobilie Elevabili (PLE), bisogna sottolineare che queste attrezzature sono essenzialmente mezzi mobili che permettono l’accesso aereo in maniera temporanea a persone con attrezzi e materiali utili al compito da svolgere. Le PLE sono azionate tramite una pompa e dei cilindri idraulici, che permettono l’esecuzione delle varie funzioni della macchina, a cominciare da quella principale, che ovviamente è quella di elevare la piattaforma di lavoro sulla quale si trovano gli operatori; i componenti idraulici sono controllati da specifiche valvole, che si azionano mediante interruttori elettrici e leve di comando.

Salire in alto. Queste macchine permettono di raggiungere altezze che vanno dai 2 metri fino a oltre 100 metri di quota dal piano terra, e sono progettate per assicurare anche un veloce posizionamento dei lavoratori sulla piattaforma, che rende possibile lo svolgimento del lavoro. Altro particolare importante, i comandi arrivano direttamente dalla piattaforma di lavoro, senza dover utilizzare scale né dover continuamente scendere.

Quando servono le PLE. Per ammortizzare i costi, una delle opportunità più pratiche a disposizione delle aziende è quella del noleggio di piattaforme aeree, ricorrendo a società specializzate in questi servizi. Questa operazione consente di poter utilizzare temporaneamente, e con una spesa limitata, la macchina necessaria a effettuare il lavoro o l’operazione di interesse: da questo punto di vista, le possibilità di intervento sono molteplici. Si va, ad esempio, dalla costruzione dei palazzi al trasloco di appartamenti e uffici, dalle riparazioni di elementi piazzati in alto alla pulizia fino alla manutenzione di facciate di edifici o balconi; insomma, queste attrezzature permettono di raggiungere zone di lavoro sulle quali diversamente sarebbe impossibile operare, facilitando la vita degli operai, che possono montare sulla piattaforma con tutta l’attrezzatura necessaria, ovvero materiali utili al compito ma anche gli elementi per l’indispensabile sicurezza.

I vantaggi del noleggio. L’ambito più ampio di utilizzo, come accennato, è quello dei grandi cantieri edili e di costruzioni; la crescente richiesta di questi macchinari, comunque, ha portato alla nascita di aziende specializzate nel servire servizi a supporto dei lavori. Nel Centro Italia, ad esempio, opera ormai da oltre 50 anni la Giffi Noleggi, che è una delle società leader nel settore del noleggio piattaforme aeree a Bologna così come a Roma o in Abruzzo: il parco macchine di Giffi comprende piattaforme aeree di tutte le tipologie, dagli 8 ai 32 metri di lunghezza, in grado di accompagnare l’esecuzione di ogni lavoro.

Garantire la sicurezza. Dettaglio tutt’altro che secondario, l’utilizzo di PLE deve seguire rigorose norme per assicurare il rispetto di tutte le leggi (anche pratiche) sulla sicurezza sui luoghi di lavoro, a cominciare dalle condizioni di “salute” delle stesse piattaforme; per questo, Giffi Noleggi garantisce un rinnovo continuo delle sue attrezzature secondo le più moderne tecnologie di efficienza, e inoltre effettua specifici controlli tecnici  sui mezzi che rientrano dopo il noleggio, realizzando tagliandi parziali che servono a controllare il corretto funzionamento di tutte le componenti.

Share Button

OkNotizie
av

av

Gli articoli di (128)

facebook facebook
Articoli recenti