Il loro numero appare nella fiction “Rosy Abate” notte da incubo per una coppia di Domodossola

chiamate, minacce e insulti

Notte da incubo quella che ha vissuto una coppia di Domodossola.

Il fatto è accaduto durante la messa in onda della fiction  Rosy Abate su Canale 5, quando improvvisamente il loro numero di telefono è apparso in TV con tanto di bigliettino di carta e un  messaggio: “Non avrai un’altra occasione, ciao Rosy” e faccetta sorridente.

Il numero di cellulare doveva essere finto e far parte della fiction,  ma  invece esisteva realmente. E che, complice l’averlo mostrato in modo chiaro in televisione in una fiction che ha fatto un boom di ascolti,  ha fatto si  che da ieri sera i due coniugi  di 30 e 38 anni   poco prima delle 22 sono stati letteralmente tartassati dalle telefonate.

Loading...

“Arrivano centinaia di chiamate”  racconta la donna  che, non riconoscendo forse la differenza tra finzione e realtà, pensavano di parlare realmente con Rosy, interpretata da Giulia Michelini. Con tanto di minacce, insulti, qualche parolaccia e qualche richiesta a dir poco strana. “E tanta paura – racconta la donna al telefono – Sono incinta all’ottavo mese inoltrato e ho avuto una gravidanza a rischio.

La donna racconta che hanno ricevuto decine di chiamate fino a quasi le 4 di notte e hanno avuto  davvero paura che qualcuno potesse arrivare fin sotto casa .

La coppia ha deciso di rivolgersi all’avvocato di famiglia e denunciare sia Mediaset che le persone che li hanno chiamati. “ La polizia ha invitato a cambiare numero.

Proprio per evitare episodi di questo genere da decenni l’industria cinematografica hollywoodiana ha introdotto un escamotage utilizzato ogni volta che sullo schermo deve apparire un numero telefonico: lo fa precedere dal prefisso “555” (che negli Stati Uniti non è previsto), in modo da creare un numero inesistente e mettersi così al riparo da spiacevoli conseguenze.

In Italia devono esserselo dimenticato.

CONDIVIDI
Loading...