Omicidio Yara Gambirasio, le 10 visite di Bossetti alla palestra di Brembate

Yara due

L’uomo col pizzetto di cui Yara aveva paura come aveva confidato al fratello, era stato in palestra dieci volte prima che la ragazzina venisse uccisa. C’era stato, Massimo Giuseppe Bossetti – l’uomo fermato il 16 giugno perché ritenuto l’assassino di Yara – il lunedì e il mercoledì, tra le 17 e le 19.30, proprio i giorni in cui Yara Gambirasio si allenava. Questo nel periodo da inizio settembre a metà novembre 2010, come dimostrano i tabulati telefonici. L’idea di Bossetti era quella di instaurare un rapporto di “consuetudine”o “preconsuetudine”, come lo definiscono i carabinieri e la polizia, con la tredicennedi Brembate di Sopra, scomparsa mentre camminava dalla palestra a casa il 26 novembre 2010.

Loading...