Registrati | Accedi Area utente

ORRORE A NIZZA: 75 MORTI, PIU’ DI 100 I FERITI

Un uomo alla guida di un camion ha travolto e sparato sulla folla. Una carneficina.

scritto il 15 Lug 2016 da in Notizie24-flasharticolo letto 126volte

15914803_small-990x661

Erano lì per i festeggiamenti del 14 luglio, in quella che sarebbe dovuta essere una serata tranquilla, all’insegna della gioia e della festa, improvvisamente mutata in una notte di orrore, paura e strage. Alle 22:30 un camion bianco ha travolto la folla ad una velocità di circa 80 km/h per molti metri, si parla addirittura di chilometri, sterzando di continuo per ”cogliere” quante più persone possibile, come se fossero birilli e, come se ciò non bastasse, il conducente, probabilmente non solo nella sua follia, ha iniziato a sparare sugli spettatori dei fuochi d’artificio.

Nizza cambia volto e si trasforma in un tappeto di cadaveri: sono 75 i morti e più di 100 i feriti, 45 dei quali in condizioni gravi, ma il numero, purtroppo, è in costante aumento. Mentre alcune persone cercavano di bloccare l’avanzata del camion, altre per sfuggire alla corsa folle e agli spari, si è gettata in mare. Si pensa e si è convinti che si tratti di un vero e proprio attacco terroristico premeditato, infatti a bordo del camion sono state trovate armi e granate, il che fa pensare ad eventuali complici in fuga, mentre il conducente è stato ucciso dalla polizia. Ad alimentare la pista del terrorismo sarebbero anche i festeggiamenti in rete dell’ISIS e dei suoi sostenitori e il fatto che Al-Qaeda, stando a quanto viene riportato da Site, avesse in passato suggerito di utilizzare questo tipo di ”strategia” per uccidere coloro che non sono fedeli ad Allah.

Si continua ad indagare.

Share Button

OkNotizie
Raffaella Danae

Raffaella Danae

Sono un'amante dell'arte, e il mondo ne è pieno. Musica, arte visiva, film, letteratura, natura. Le punte della mia vita, e la mia esistenza oscilla tra un vertice e l'altro. Scrivo, scrivo tanto ma non molto. Scrivo quando sento il bisogno di farlo, quando devo raccontare una piccola storia, qualcosa che ho visto, qualcosa che ho sentito o provato. E leggo, leggo tanto ma non molto. Leggo quando sento di star perdendo la strada, quando ho bisogno di un lampione che mi faccia luce, che mi aiuti a ritrovare il mio percorso. Un mio difetto? Sono una perfezionista. Tutto deve essere in perfetto ordine, perfettamente allineato, perfettamente centrato, non una sbavatura, niente di fuori posto. Per questo sono molto lenta, lentissima, in tutto ciò che devo fare. Un mio pregio? Sono una perfezionista. Sono dell'idea che le cose o vanno fatte bene o non le si fanno. E un buon lavoro esige tempo. Tutto deve essere accurato, selezionato, ben disposto.

Gli articoli di (16)

facebook facebook
Articoli recenti