Premio Strega: vince Francesco Piccolo, delusione Scurati

premio strega

‘Il desiderio di essere come tutti’ (Einaudi) è il libro vincitore della 68esima edizione del Premio Strega. Sconfitto per soli cinque voti ‘Il padre infedele’.

 

140 voti a Francesco Piccolo, 135 ad Antonio Scurati, che lascia la sala deluso prima della proclamazione del vincitore affermando ” Ma che sto a fare qui? “. Il secondo classificato ha rivissuto la stessa situazione del 2009 quando perse per un voto. Terzo posto, inaspettato, per Francesco Pecoraro con ‘La vita in tempo di pace’, 60 voti. A presiedere il seggio il vincitore della scorsa edizione Walter Siti.

Loading...

Piccolo ottiene così una tripletta di premi:  oltre al più importante riconoscimento letterario italiano, si è aggiudicato quest’anno, come sceneggiatore, il David ed il Nastro d’Argento per ‘Il capitale umano’ di Virzì, caso più unico che raro.

Affollatissimo, per l’occasione, il Ninfeo di Villa Giulia. Presenti il sindaco di Roma Ignazio Marino, l’ex primo cittadino Gianni Alemanno, Paolo Mieli (direttore di Rcs Libri), oltre ovviamente al ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini, che da quest’anno è entrato nel corpo votante dello Strega.

Lo dedico a mia moglie Gabriella, sempre al mio fianco, a Caserta e all’Einaudi “. Queste le prime dichiarazioni di Francesco Piccolo all’annuncio del vincitore, visibilmente emozionato. Quarto e quinta classificati Giuseppe Catozzella con ‘Non dirmi che hai paura’ (Feltrinelli), vincitore della prima edizione del Premio Strega Giovani, e Antonella Cilento con ‘Lisario o il piacere infinito delle donne’.

 

 

CONDIVIDI