I ragazzi delle scuole medie non possono andare a casa da soli

Una circolare del Ministero vieta alle scuole di fare uscire i ragazzi senza accompagnamento

PRIMO GIORNO DI SCUOLA MEDIA (SABA ) VIA DEL VOLGA STUDENTI IN CLASSE PROFESSORI CROCEFISSO (Silvano Del Puppo, MILANO - 2002-09-09) p.s. la foto e' utilizzabile nel rispetto del contesto in cui e' stata scattata, e senza intento diffamatorio del decoro delle persone rappresentate

Secondo il Ministero dell’Istruzione i ragazzi che frequentano le scuole medie non possono andare a casa da soli perché sarebbero ancora troppo piccoli per capire i pericoli che li attendono lungo il tragitto, anche  se si tratta di brevi distanze. Le strade secondo il Ministero sarebbero piene di pericoli e di malintenzionati pronti ad approfittarsi degli studenti e a fare loro del male.

I genitori si ritrovano spaccati sulla questione: ci sono coloro che pensano che un ragazzo o una ragazza delle medie sia abbastanza responsabile da capire che non bisogna dare confidenza agli estranei ed evitare di mettersi nei guai, e ci sono coloro che invece vogliono che i loro figli abbiano la massima protezione possibile e che non sia prudente lasciarli andare da soli.

Secondo i presidi i ragazzi hanno tutte le capacità per capire cosa fare e cosa non fare per non mettersi nei guai ma devono in ogni caso applicare la circolare ministeriale perché altrimenti sarà la scuola a rispondere davanti ad un giudice del reato di abbandono di minore. I rappresentanti dell’associazione dei dirigenti scolastici hanno detto al Corriere della Sera: ” Quella circolare è illegittima perché scavalca i regolamenti scolastici ma non abbiamo altra scelta perché altrimenti rischiamo di essere accusati di abbandono di minore”.

Loading...

Daniele Novara, famoso pedagogista interpellato più e più volte dal Corriere della Sera per le questioni riguardanti i minorenni, ha commentato: Un’idea balzana dettata dalla paura, dalla mancanza di responsabilità  pedagogica e dalla burocratizzazione della scuola. In Italia solo il 30% dei ragazzini torna a casa da solo, nel resto dell’Europa si arriva al 90%”. “L’età tra gli 11 ed i 14 anni è quella dell’autonomia: così impediamo ai ragazzi ogni percorso di crescita. Li vogliamo chiudere in casa per sempre? Non è protezione, ma solo paura”, ha aggiunto.

I favorevoli alla circolare parlano invece di una misura più che giusta per proteggere i ragazzi dai pericoli e dai malintenzionati che possono incontrare per strada, soprattutto in una età delicata come quella della preadolescenza.

 

CONDIVIDI
Sono una ragazza di trenta anni con Laurea triennale in Studi Internazionali e Laurea magistrale in Scienze del governo e dell'amministrazione; ho anche frequentato un Master e vari corsi post laurea. Conosco oltre all'italiano, inglese e francese e il tedesco a livello base. Le mie passioni sono leggere, scrivere di attualità, ambiente e animali e viaggiare per scoprire sempre posti nuovi. Oltre che per Quotidian Post scrivo anche per Prima Pagina on line, Notiziario Estero e Report Difesa. Ho anche un blog personale http://valeryworldblog.com
Loading...