Revisione auto: entra in vigore la nuova normativa

revisione auto

Parte il 14 luglio 2014 la nuova normativa per la revisione auto, norme più severe per officine autorizzate dalla Motorizzazione Civile e per gli autisti che, in base alle nuove regole per le revisione auto dovrebbero avere meno facilità nel produrre falsi attestati di conformità dei veicoli al codice della strada a causa del processo di digitalizzazione.

Le nuove regole per il collaudo auto sono contenute nella circolare del Ministero dei Trasporti resa nota il 20 giugno 2014. La stessa prevede che, prima della revisione auto,  vi debba essere una prenotazione e la stessa debba essere telematicamente registrata presso il sito ufficiale della motorizzazione civile da parte della officina autorizzata. Per far luogo alla revisione auto occorre che prenotazione e revisione non siano contestuali e che insieme alla prenotazione siano indicati gli estremi del  pagamento in base alle tariffe vigentiIl pagamento non è rimborsabile. Solo seguendo questa procedura, in data e luogo concordati si potrà accedere alla revisione auto, non si potrà procedere in alcun caso alla revisione auto su veicoli non prenotati. In base al processo di digitalizzazione la prenotazione deve avvenire esclusivamente per via telematica.

Il titolare dell’officina in seguito alla revisione auto, entro un’ora deve registrare i risultati della revisione stessa, il sistema automaticamente genererà un report da consegnare al cliente. In alcun caso si potrà far luogo a timbri sul libretto di circolazione. L’operatore deve inoltre controfirmare il report.

Eccezioni a tale nuova normativa per la revisione auto vi possono essere per le regioni Sicilia, Friuli Venezia Giulia e le province autonome di Trento e Bolzano.

 

CONDIVIDI