Roma: scomparsa l’imprenditrice Mariastella Giorlandino

intro

Laurea in architettura, artista (pittrice) e imprenditrice di primo piano del mondo della sanità romana, Mariastella Giorlandino, 60 anni, è scomparsa da mercoledì scorso e di lei, da allora, non si più ha alcuna notizia.

A sporgere denuncia ieri mattina, presso la stazione dei Carabinieri dell’Eur, è stato il marito della manager, proprietaria dei centri diagnostici e laboratori d’analisi Artemisia Lab della Capitale, fortemente preoccupato dal fatto che la donna non aveva fatto rientro nella loro abitazione sull’Appia Antica, dalla quale era uscita, come ogni mattina, a bordo della sua city car, una Smart di colore bianco.

Loading...

A nulla sono valsi i numerosi tentativi fatti dall’uomo per cercare di rintracciare telefonicamente la moglie, che, al momento, sembra, così, essere scomparsa nel nulla.

interno

In passato la Giorlandino era sta vittima di stalking, per cui in questa prima fase, anche se le indagini si concentrano prioritariamente sulla denuncia di scomparsa, non possono, però, non prendere in considerazione qualsiasi altra pista, visti soprattutto la posizione di prestigio ricoperta dalla donna e l’ingente patrimonio, di cui è proprietaria.

Circa un anno fa la stessa Giorlandino si era rivolta alle Forze dell’Ordine per segnalare il fatto di essere diventata oggetto di interesse, quasi maniacale, da parte di qualcuno, che continuava a presentare degli esposti, tutti in forma anonima, rispetto alle attività condotte nei laboratori Artemisia, così da sollecitare ispezioni da parte delle autorità competenti sia all’interno di questi ultimi, sia anche presso la sua abitazione privata.

Il fatto, allora, non aveva avuto alcuna conseguenza rilevante da un punto di vista pratico, ma adesso è una pista che certamente non può essere ignorata e che, quindi, si trova attualmente al vaglio degli inquirenti.

L’essere stata vittima di stalking, che dal 2009, grazie alla Legge n. 38 è diventato a tutti gli effetti un reato penalmente punibile, il fatto di essere sotto pressione, insieme anche al marito, coinvolto anche lui negli esposti anonimi, è stato certamente un duro colpo per la Giorlandino e, proprio per questo motivo, i parenti sono fortemente preoccupati per la sua scomparsa.

 

Al momento gli uomini dell’Arma stanno indagando, senza tralasciare alcuna ipotesi, compreso un allontanamento volontario da parte della sessantenne romana, anche se i fatti non sembrerebbero supportare tale possibilità. Decisive, quindi, le prossime ore della vicenda.

CONDIVIDI
Loading...