Selfie Scatti di cambiamento: al via la festa di SEL a Roma

cop2

Selfie Scatti di cambiamento“, la festa di Sinistra Ecologia Libertà (SEL) ha preso ufficialmente il via ieri sera e continuerà ad illuminare le notti di Piazza San Giovanni fino al prossimo 20 Luglio. 

Un programma denso di incontri, dibattiti, film e concerti, il tutto fruibile all’interno di una storica piazza cittadina, dove è possibile anche cenare e confrontarsi su alcuni dei temi più caldi del momento. Stand e angoli di ristoro, consentono, inoltre, di acquistare prodotti etnici provenienti da ogni parte del mondo e di aiutare qualche associazione, come quella di Animalisti Italiani, presenti per raccogliere firme e diffondere informazioni utili sul mondo dei nostri piccoli e grandi amici animali. L’ingresso è gratuito e, essendo all’aperto, è possibile entrare tranquillamente anche con i cani.

Loading...

Uno degli appuntamenti più attesi è quello di questa sera alle ore 19.00 quando, dal palco di Selfie, parlerà Nichi Vendola, insieme ad altri esponenti della sinistra italiana per fare insieme il punto della situazione. Domani, invece, sarà la volta del sindaco di Roma, Ignazio Marino, al momento dentro l’occhio del ciclone da parte della popolazione romana, che, da più parti, contesta al suo primo cittadino il mancato rispetto di gran parte della promesse fatte in campagna elettorale.

Ieri sera, presente alla manifestazione anche uno dei coordinatori dei diversi circoli SEL del territorio romano, Alessandro Rotondi (nella foto), che è, appunto, Coordinatore del Circolo del Quarticciolo, che è operativo nel Municipio V della città.

ale r

A lui abbiamo, quindi chiesto, cosa ne pensasse di SEL in questo momento e come ne vedesse il futuro. “SEL c’è – risponde immediatamente Rotondi – In un momento difficile per il partito, alla beffa delle europee si è aggiunta anche la fuoriuscita di alcuni deputati, con all’interno un dibattito franco e costruttivo, ma il partito esiste, vuol far sentire la propria voce, per cui a Roma SEL festeggia per circa un mese. Lo spirito che anima l’iniziativa sta tutto nel dimostrare proprio che SEL non solo c’è, ma vuole, soprattutto, continuare ad esserci, ritagliandosi il suo ruolo a sinistra e alla sinistra del Pd, come partito con aspirazioni di governo. Nella discussione in atto si sta tracciando la linea politica e SEL rimane in campo cercando di ripartire dai suoi valori fondanti, usciti dal Congresso di Firenze. Un nuovo fermento sta animando le assemblee del partito. La voglia di non rimanere ripiegati su se stessi e scomparire. L’esigenza di dialogare con quelle forze che si oppongono alle politiche di austerità dell’Unione Europea e che credono in una Europa altra, rimettendo al centro i diritti, il lavoro, la salvaguardia dell’ambiente, le politiche di rilancio. E’ oggi, ancor più di prima alta l’aspirazione ad una elaborazione politica nuova, rispetto agli ultimi anni, richiesta alla direzione del nostro partito!”

Dunque la manifestazione di queste sere, questo Selfie che cerca di autoritrarsi, in una sorta di introspezione non solo di facciata, ma anche di contenuti e di interiorità, assume un tono innovatore, di forte ripresa, sospinto dalla certezza che si può e si deve fare ancora molto. Torniamo a chiederlo ad Alessandro Rotondi, che ci risponde: “La festa, ambiziosa nella durata e nei dibattiti, vuole essere uno strumento per il partito non solo romano, ma nazionale. Il primo appuntamento è il 25 giugno, con un confronto tra Vendola, Segretario dimissionario, Civati, l’anima critica del Pd, Maltese, neo eletto con la lista Tsipras al Parlamento europeo. Un momento significativo, un confronto utile al posizionamento di SEL. A seguire, per quanto riguarda il governo della città di Roma, il dibattito sarà con il sindaco Ignazio Marino. Quasi un mese di festa, animata dalle donne e dagli uomini del partito, dagli iscritti, dai simpatizzanti. Uno sforzo organizzativo non indifferente, che richiede notevole fatica e particolare impegno da parte di tutti. Uno degli stand del partito è il ristorante-griglieria; la prima settimana della manifestazione, il suo funzionamento viene garantito dalle Compagne e dai Compagni dei Circoli del V Municipio e di altri territori, sparsi nel comprensorio romano, i quali hanno dato la propria disponibilità per la cucina, il servizio ai tavoli e tutta la gestione. Ad ognuno di loro va tutto il mio ringraziamento. La festa, appena iniziata, non può che migliorare!”

Vedremo, quindi, nei prossimi giorni come procederà l’iniziativa. Ieri l’affluenza è stata notevole. Tra chi cercava disperatamente le lumache, una tradizione tipica della cucina romana per la festa di San Giovanni, che è appunto il 24 giugno e che generalmente si tiene proprio nell’omonima piazza, chi è arrivato per sentire il concerto dei Frank Sent Us, che si esibivano alle 22.00, e chi, poi, incuriosito dall’apertura di una festa così articolata nel tempo è voluto essere tra i primi a curiosare tra gli stand, insomma la piazza si è animata. E, di sicuro, continuerà a farlo anche nei prossimi giorni, in una città che vive questa manifestazione di SEL come una novità assoluta. La risposta da parte dei cittadini c’è, attendiamo ora di vedere quali saranno gli stimoli provenienti dalle Istituzioni, proprio a partire da questa sera.

CONDIVIDI
Loading...