Terremoto di magnitudo 8.2 in Messico – le vittime salgono a 90

Estratto vivo un bambino di 11 anni dalle macerie

Epicentro terremoto in Messico del 7 settembre 2017

Alle ore 6:49 ora italiana (23:49 ora locale) in Messico un terremoto del magnitudo 8.2 ha sconquassato il Paese.

Dopo il forte evento sismico, che fa tornare alla mente quello che accade nel 1985 alla vigila dei Mondiali di Calcio, si sono verificate diverse scosse di assestamento, ben 65, nelle tre ore successive.

L’evento ha avuto origine nel golfo di Tehuantepec, a 96 km a sud ovest di Pijijiapan ad una profondità di 35 km.

Loading...

Il magnitudo è stato segnalato pari a 8.1 dal sito dell’Usgs, l’istituto geologico statunitense, mentre per il Servizio Sismologico Nazionale del Messico ha toccato quota 8.4.

Chiude i discorsi sul magnitudo il Presidente messicano, Enrique Pena Nieto, che fissa a 8.2 la potenza, dando l’annuncio alle televisioni locali.

Per comprendere meglio il grado di devastazione che si può avere con un terremoto del genere, si può consultare la Scala Richter. Un terremoto del genere equivale a ben 15 milioni di tonnellate di TNT (tritolo) esploso.

Si teme, ovviamente, che nelle prossime 24 ore possa ripetersi l’evento, infatti il Ministro dell’Istruzione ha decretato la chiusura delle scuole.

Inizialmente erano morte 6 persone, di cui 5 in Messico e 1 in Guatemala e si sperava che il bilancio non crescesse ulteriormente ma si è passati da 32 ed ora si è arrivati a 90.

Arrivano notizie di diverse case crollate e si temono diverse persone sotto le macerie, specie nello Stato di Oaxaca.

Sullo sfondo pesa il ricordo collettivo degli oltre 10.000 morti del 1985.

Nonostante le preoccupazioni iniziali per l’allerta tsunami, non si è verificato alcun evento del genere.

In ogni caso, gli allarmi per l’evacuazione delle zone costiere dei Paesi interessati, hanno funzionato correttamente.

Per fortuna la fiammella della speranza resta sempre accesa, è delle ultime ore la notizia che un bambino di 11 anni è stato estratto vivo dalle macerie.

CONDIVIDI
Loading...