Registrati | Accedi Area utente

Vacanze a Las Palmas: le cose assolutamente da non perdere

scritto il 12 Giu 2014 da in Viaggiarticolo letto 2.031volte

Las Palmas

Alzi la mano chi non abbia desiderato almeno una volta nella propria vita di visitare le Canarie. Spiagge da sogno, movida notturna e puro relax.  Ma le Canarie non sono solo questo, non sono solo i paesaggi da cartolina  e le palme sulla riva del mare. L’ arcipelago spagnolo è ricco di bellezze e di culture tutte da scoprire, sconosciuti a chi si sofferma ad una conoscenza dei luoghi poco approfondita.

Un modo per scoprire le bellezze nascoste di quei luoghi fantastici è trascorre le vacanze a Las Palmas, capitale de Gran Canaria, una delle isole più a sud dell’ arcipelago.

Dunque, come richiede la nostra rubrica, vediamo insieme quali sono le bellezze da non perdere durante un viaggio a Las Palmas così da poter godere in toto delle meraviglie che questa città fantastica racchiude in se.

las-canterasLa playa del..tesoro: Trascorrere le vacanze a Las Palmas vuol dire per prima cosa godere del relax che una spiaggia da sogno ti offre. Ma la scelta della spiaggia, che apparentemente può sembrare una cosa semplice, potrebbe rivelarsi la scoperta di un tesoro custodito in un’isola  incantevole. Secondo gli abitanti di Las Palmas, la città racchiude in se una lingua di spiaggia, considerata la più bella della Spagna: La Playa de Las Canteras. Considerata” la perla” della città, un luogo che pare immune dai segni del tempo, dove, grazie al clima e alla forte affluenza dei turisti sembra sempre estate durante tutto l’anno. La chiave per aprire questo tesoro? Costume, abbronzante e tavola da surf!!! Infatti Las Palmas è tra le mete preferite tra gli appassionati del surf. (Playa de Las Canteras)

Non perdete dunque la possibilità di vedere la scogliera e le rocce vulcaniche che circondano la baia rendendola il posto più bello di questo angolo di paradiso.

la Casa de ColònLa città dei..due mondi: Chi crede che la bellezza di Las Palmas sia racchiusa tutta nella lingua di spiaggia, sta perdendo oltre la metà delle meraviglie di cui è composta l’isola. Chi trascorre le vacanze a Las Palmas, avrà la sensazione di visitare due città completamente diverse: avendo a portata di mano da un lato un angolo di paradiso marino e dall’altro il traffico di una città metropolitana e multi culturale. Infatti non mancheranno i maestosi monumenti che si potranno visitare nella  capitale de Gran Canaria, iniziando dalla Cattedrale di Santa Ana, sita nell’omonima piazza. Esempio questo della grandezza dell’architettura coloniale del XV e XVI secolo. Ma l’orgoglio degli abitanti è la Casa de Colòn, ossia la casa – museo dove soggiornò Cristoforo Colombo , durante il suo viaggio verso le Americhe, facendo scalo a Las Palmas. La cassa – museo ripercorre le varie tappe del viaggio di Colombo fino a giungere l’Ameria, soffermandosi sull’importanza delle Canarie, come punto strategico. Imperdibile anche il  Museo Néstor, una mostra dell’architettura tradizionale canaria, dedicata al pittore Néstor Fernàndez de La Torre. (la Casa de Colòn)

grigliataNon solo paella: Abbandonate l’idea che le Gran Canarie da un punto di vista gastronomico rispecchiano la madrepatria spagnola. Tutt’altro. Chi decide di trascorrere le vacanze a Las Palmas, dovrà abbandonarsi ai piaceri di una cucina semplice ma molto gustosa. Alla base della maggior parte dei piatti è il Gofio, che si ottiene tostando farina di grano o di mais, molto usato anche nella variante piccante. Un altro elemento tipico della cucina canaria è la patata, segno di una fortissima analogia anche gastronomica con l’America. Ad ogni modo non si può andare a Las Palmas e non godere del piacere di sedersi ad un ristorante sito sulla riva del mare e gustare la bontà del pesce tipico locale, primo tra tutti  la Vieja, chiamato anche pesce pappagallo per il suo manto colorato e striato. Da assaggiare assolutamente anche i  “tollos”  piccoli squaletti che vengono essiccati al sole e conservati sotto sale e il “sancocho”, cernie lesse preparate con patate, patate dolci e salsa piccante. E per concludere un ottimo pasto tipico di Las Palmas, non dimenticate di chiedere al cameriere di portarvi alcuni dolci tipici del posto, come “bienmesabe” crema di mandorle e miele e gli “huevos mole” tuorli d’uovo sbattuti con sciroppo di zucchero e cannella. A questo punto non rimane che dire ¡Buen provecho! (Grigliata di pesce)

discoteca spagnolaBailando..Bailando: La movida di Las Palmas è quanto di pi colorato, rumoroso e divertente si possa desiderare durate una vacanza. Le serate qui iniziano tardi e proseguono per tutta la notte, fino alle prime luci del mattino, quasi tutto tace fino a mezzanotte. Il primo posto dove assolutamente andare è Plaza de España nel quartiere Mesa y Lopéz, che è ricco di vita fino alla mattina; e qui si trova il vecchio Heineken, da dove inizia la serata di gran parte dei turisti. Ma la cosa più bello di questo posto è che è capace di soddisfare le esigenze di divertimento di tutti: dall’amante del jazz, all’appassionato della musica del momento all’amante dei bar per poter sorseggiare un fresco Mojito in tranquillità. A Playa del Inglés provate il Yumbo, preferito soprattutto da frequentatori gay, il Kasbah frequentato soprattutto dai più giovani. (Discoteca spagnola)

Las Palmas è la città dove la notte la gente non dorme, ma si  scatena, accontentandosi di fare una piccola siesta la mattina per poi andare di nuovo in spiaggia e tuffarsi nelle bellezze della città!

Sara Alvaro

Share Button

OkNotizie
Sara Alvaro

Sara Alvaro

26enne appassionata di scrittura e innamorata del giornalismo. Laureata in Lettere e specializzata in Informazione, Editoria e Giornalismo. Da sei anni collaboro per testate giornalistiche online e cartacee fino ad arrivare ad essere il responsabile editoriale di una testata online da quasi due anni.

twitter facebook

Gli articoli di (26)

facebook facebook
Articoli recenti