Vladimir Luxuria: aggredita nel quartiere Pigneto ora rischia per la sua incolumità

luxuria

Dopo che Vadlimir Luxuria si è impegnata per la lotta alla droga è stata aggredita nel quartiere Pigneto, ed ora rischia per la sua incolumità.

Ieri sera sotto casa sua, nel quartiere Pigneto di Roma, l’ex deputato Vladimir Luxuria  è stata aggredita.

Spaventata rivela che è molto preoccupata per la sua incolumità. Mentre tornava a casa, verso le ore 19

“All’inizio erano tre persone, mi hanno accerchiata, poi ne sono spuntati altri da tutti i vicoli, circa 15. Mi hanno insultata con appellativi sessuale transfobico e poi mi hanno buttato addosso delle bustine di droga dicendomi che se non voglio più vedere gli spacciatori nel quartiere, devo cambiare zona”

Vadlimir Luxuria sta portando avanti, una battaglia contro lo spaccio di droga e violenza che regna nei quartieri del Pigneto. Dove denuncia, mettendo in primo piano la sua persona, di un quartiere ormai in mano alla malavita e alla manovalanza degli spacciatori. Rivela che nascondono la droga dappertutto, persino sui cofani delle macchine, tra le saracinesche dei negozi quando chiudono, nei cestini dell’immondizia, uno spaccio all’aria aperta in qualsiasi ora della giornata.

Ma la sua è una lotta difficile:

La polizia mi ha fatto chiaramente capire che non può fare niente e che il Pigneto ormai è in mano alla malavita: anche dopo la denuncia hanno continuato a spacciare tranquillamente lungo la strada. Ora sono demoralizzata, ho paura perchè sanno dove abito, e mi sento a pezzi perchè mi hanno puntata e devo essere accompagnata da qualcuno…temo per la mia vita.

Vladimir ha messo la faccia in una battaglia per dare agli altri un pò di rispetto ed invece ora è sola e rischia la sua vita.

Fabrizio Marrazzo, portavoce di GayCenter comunica la sua solidarietà nei confronti di Vladimir «Esprimiamo la nostra solidarietà e vicinanza a Vladimir Luxuria per l’aggressione di cui è stata vittima al Pigneto. Ci aspettiamo che a Luxuria arrivi la solidarietà di molti anche dalle istituzioni e dalla politica. Anche perché questa aggressione sembra dovuta per l’impegno di Vladimir a favore della sicurezza e della legalità nel suo quartiere, cosa che le deve rendere merito e non violenza»

CONDIVIDI
Lorita Russo
Sono l' Amministratrice e Responsabile Marketing di Quotidianpost, editor, articolista e reviewer. Gestisco un mio blog di cucina Facili Idee. Sono proprietaria di un canale youtube e di un gruppo di cucina di 58.000 follower.