Woodstock 1969-2019 : i preparativi per i 50 anni

Giovani e meno giovani sicuramente conosceranno quello straordinario festival di “amore e pace” che cambiò radicalmente la concezione di musica fino ai giorni nostri. Per i pochi alieni che non hanno capito il riferimento, stiamo parlando del festival di Woodstock del 1969, palco sacro che consacrò a dei della musica gente come Jimi Hendrix, Carlos Santana, The Who, Joe Cocker, Janis Joplin e molti altri ancora. Per far capire meglio la grandezza, e la smisurata importanza per la cultura pop mondiale, Woodstock ,catturò la presenza di più di 400.000 persone, in una kermesse musicale non-stop di tre giornate intere. Il festival venne riproposto nel 1994 e nel 1999 con scarsi risultati, e qualche anno dopo addirittura venne annullato poco  tempo prima del suo inizio.

Michael Lang
, già tra gli organizzatori nel 1969, per il 50esimo anniversario del  festival musicale per eccellenza ha il sogno di riproporre la stessa atmosfera degli anni  del “flower power”, come dichiarato alla rivista di settore “Rolling Stones”. Il  tempo necessario per l’organizzazione c’è, infatti l’anniversario verrà festeggiato  nel 2019, ora sta a noi spettatori ricreare le condizioni magiche che resero Woodstock  il festival dell’ “amore, pace e musica”.

CONDIVIDI