Alice Mail problemi sicurezza e soluzioni

Consigli e risoluzione problemi di accesso per chi utilizza alice mail

alice mail come risolvere i problemi

Alice Mail, come risolvere i problemi di sicurezza e di accesso

Alice Mail è il server di posta più utilizzato dagli utenti, ciononostante molti riscontrano problemi di sicurezza che di seguito mostreremo come risolvere.

I problemi riscontrati da coloro che utilizzano la casella di posta elettronica di Alice Mail  sono molteplici. Si va dalla difficoltà di ricevere messaggi fino al più grave problema di phishing che è un tipo di truffa effettuata su internet attraverso la quale un malintenzionato cerca di ingannare la vittima convincendola a fornire informazioni personali. Problemi non solo fastidiosi, come per esempio la difficoltà di inviare email, ma anche pericolosi perché espongono gli utenti al rischio di vedersi sottrarre dati sensibili.

Si tratta ad ogni modo di problematiche risolvibili anche da chi non è avvezzo all’utilizzo del PC. Occorre seguire alla lettera alcuni consigli e adottare piccoli accorgimenti.

Alice Mail: Problemi ricezione mail 

Uno dei problemi maggiormente riscontrato è quello relativo alla ricezione delle mail.  Problema che al giorno d’oggi è piuttosto fastidioso, considerando che ormai la maggior parte delle comunicazioni e dei documenti vengono inviati tramite posta elettronica. Non di rado accade che il nostro indirizzo è stato inserito in una black list. 

Black list (lista nera). Altro non è che un elenco di indirizzi IP corrispondenti ad utenti che vengono considerati fonte di spam. Le liste sono collegate ad alcuni server che bloccano il traffico in uscita dagli indirizzi presenti, pertanto se il nostro indirizzo viene inserito nella black list l’invio di email verrà bloccato perché considerato spam e i destinatari non riceveranno le nostre comunicazioni. Allo stesso modo avviene per l’email inviate in quanto il server destinatario della nostra di posta bloccherà i messaggi in entrata.  Questi elenchi vengono generati da software anti-spam e consultati dai provider di posta elettronica, i quali procedono a bloccare gli indirizzi IP sospetti al fine di proteggere gli utenti. I programmi anti-spam sono piuttosto attendibili e svolgono egregiamente il loro lavoro. Tuttavia non di rado possono commettere errori inserendo nelle blacklist anche indirizzi IP validi.

Alice mail è un provider che utilizza servizi SORBS utili per filtrare lo spam e, in base alle blacklist fornite respinge i messaggi provenienti dai server poichè li ritiene erroneamente spam.

Come funziona una black list

I server di TIM rifiutano il messaggio se riscontrano la presenza dell’indirizzo IP in una delle seguenti black list
http://www.spamhaus.org
http://ipremoval.sms.symantec.com
http://cbl.abuseat.org
http://psbl.surriel.com

Come verificare l´iscrizione di un IP ad una black list

E’ sufficiente collegarsi alle black list sopra elencate ed effettuare una ricerca nel loro archivio.

Come richiedere la rimozione da una black list

Le black list hanno un funzionamento autonomo ciò comporta che non sempre è possibile  chiedere la rimozione del proprio indirizzo IP. Laddove ciò non sia possibile è sufficiente aspettare 48 ore per uscire automaticamente dalla lista. 

Il problema sorge nel momento in cui la mail che si attende è urgente, quindi come risolvere il problema? 

Nel caso in cui la mail non arrivi a destinazione, ed il problema non venga risolto nelle 48 ore, bisogna contattare il servizio assistenza clienti di Telecom 187 con una segnalazione. Oppure si ci può affidare al sito Ufficiale Tim, chiedendo ad un operatore tramite l’utilizzo della chat la risoluzione del problema. Se sussistono le condizioni sarà il nostro fornitore a chiedere la rimozione dalle black list.

Alice Mail: Problemi sicurezza 

Molto spesso gli utenti in presenza di problemi di sicurezza con alice mail, ricevono nella casella di posta elettronica messaggi indesiderati, spam, pubblicità che invece di arrivare sulla cartella posta indesiderata arrivano sulla posta in arrivo. Un bel problema, poichè intasano la posta causando diversi problemi. Il problema è spesso causato da una violazione della privacy, da furti di email e furto dati, per esempio negli ultimi mesi si sono verificati diverse violazione su siti famosi come Facebook e Quora dove in seguito a bug sono stati violati diversi account di utenti con il furto di dati sensibili tra cui la propria mail.

Proprio per questo motivo seguiamo le migliori soluzioni sulla sicurezza degli account Alice Mail. Per impedire azioni fraudolenti per mano di hacker che possano intrufolarsi nella casella di posta elettronica e rubare dati, documenti allegati, importanti password, e dati sensibili e privati, affidiamoci all’assistenza clienti Tim 187, un servizio veloce e pratico.

Sul sito Tim, cliccando sull’immagine in basso si trovano gli argomenti divisi in 5 box:

  1. Guida Tim Mail per la gestione posta, la rubrica, allegati, i contatti Facebook, impostazioni profilo, servizi mobili e la mail light.
  2. Username e password, vale a dire la registrazione, il recupero username e password, crea una password sicura, modifica della password, impostazione e modifica cellulare di recupero.
  3. Sicurezza Posta, per cui le frodi via email, il pishing, virus, spam, mancata ricezione di un messaggio finito nella black list.
  4. Domande e Risposte, come i problemi di accesso alla mail alice, il non invio, ho dimenticato la username o la password, non ricevo i messaggi, come verificare il mittente, come associare Tim Mail al numero Tim.
  5. Configurazione posta, i parametri Tim Mail, la Mail su smartphone, la Mail su pc, Server di posta, Gestione opzione posta, Parametri Mail Tim.it.

Ogni slot evidenzia domande e risoluzioni ai diversi problemi con Alice Mail.

alice mail pagina di assistenza

Con pochi click possiamo segnalare un problema all’Assistenza Tecnica e controllare la lavorazione della segnalazione da Web e da App MyTIM Fisso.

L’assistenza clienti Tim, mette a disposizione un’intera pagina di assistenza per risolvere i problemi più comuni, grazie alla sezione Domande e risposte.

Problemi con la mail Tin.it come risolvere

Per coloro che negli ultimi mesi hanno riscontro problemi anche con la mail Tin.it potranno contattare i seguenti canali, il numero fax 0691254153 e la casella di posta elettronica helptin@telecomitalia.it per risolvere eventuali anomalie.

Tra le truffe telematiche una delle più frequenti è il phishing, una tecnica utilizzata per ottenere con l’inganno, i dati privati, grazie alla creazione di mail che a prima vista potrebbero sembrare autentiche.
Spesso le mail ricevute hanno come mittenti banche e istituti di credito, che chiedono di inserire dati sensibili per problemi vari, per esempio “per l’aggiornamento programmato del software al fine di migliorare la qualità dei servizi bancari”, o per altri finti motivi.

Sono vere e proprie truffe con furto di identità, poichè nessuna banca o ente chiede via mail codici o password personali.

Come evitare il phishing

Le 9 regole per evitare il pishing:

  1. Gli istituti bancari e le aziende serie non richiedono dati personali tramite email.
  2. Evitare di cliccare i link inseriti in messaggi inviati tramite email che possono sembrare sospette.
  3. Se visualizzi email sospette non inviare dati personali o documenti privati.
  4. In caso di richieste di codici personali contattare immediatamente la vostra banca.
  5. In caso di internet banking accedere direttamente digitando digitando l’indirizzo nella barra di navigazione.
  6. Controlla i movimenti del tuo conto corrente.
  7. Inserisci una password di accesso errata: se vi sono subbi sull’autenticità del sito al quale si accede digitando una password errata se il sistema si accorge dell’errore ciò significa che sul sito in questione sono stati già registrati i nostri dati.
  8. Cambia la password di accesso ai siti che contengono i dati sensibili. Per impostare una password sicura puoi consultare la guida alla scelta della password .
  9. Controlla che la url nell’email corrisponde all’indirizzo effettivo del sito web. 

Come riconoscere le email di phishing

I casi più diffusi di email fraudolente:

  1. All’interno del messaggio inviato non è presente  il nome e il cognome del destinatario in quanto il truffatore è solito inviare email a migliaia di utenti (conoscendo solo l’indirizzo email e non il suo titolare).
  2. Si tratta di email scritte generalmente in modo impreciso e che presentano grossolani errori grammaticali. 
  3. Viene fatta esplicita richiesta di visitare dei link che non corrispondono ai siti web ufficiali.

Seguono le Frodi informatiche via email, Phishing, Virus, Spam – Mail Bombing, Mail Delivery

Configurazione e impostazioni account @alice.it, i parametri POP/IMAP

Nome utente: inserire il proprio indirizzo di posta completo del dominio @alice.it
Server di posta in arrivo POP3: in.alice.it
Server di posta in arrivo IMAP: in.alice.it
Numero porta server POP3: 110
Numero porta server IMAP: 143
Server di posta in uscita SMTP: out.alice.it
Numero porta server SMTP: 587
Autenticazione posta in uscita (SMTP): necessaria

Parametri degli account @tim.it, i parametri POP/IMAP da utilizzare sono i seguenti

parametri su come configurare alice mail e tim mailNome utente: inserire il proprio indirizzo di posta completo del dominio @tim.it
Server di posta in arrivo POP3: pop.tim.it
Server di posta in arrivo IMAP: imap.tim.it
Numero porta server POP3/POP3s: 110
Metodo di Crittografia: Nessuno (StartTLS)
Numero porta server IMAP/IMAPs: 143
Metodo di Crittografia: Nessuno (StartTLS)
Server di posta in uscita SMTP: smtp.tim.it
Numero porta server SMTP/SMTPs: 587
Autenticazione posta in uscita SMTP/SMTPs: necessaria
Metodo di Crittografia: Nessuno (StartTLS)

Potrebbero interessarti anche