Consumatori e tutele: la parola agli esperti

Bollette salate, truffe telefoniche, a Catania, un convegno per capirne di più

Si è svolto, stamattina, presso la sede dell’Unione consumatori di Catania, un convegno a favore della conciliazione e mediazione consumeristica. All’interno dell’Organismo di Conciliazione, Mediazione e Arbitrato Concordia di Piazza Verga, nella cittadina Etnea. http://www.cameradiconciliazioneconcordia.it/

Quali sono stati i temi trattati?

Il convegno ha preso il via con i saluti del responsabile provinciale dell’Unc, l’Avv. Virzì Valeria, non che presidente dell’Organismo di mediazione ospitante. Lo scopo dell’incontro è stato quello di offrire risposte e stunti di riflessione ai consumatori che già da luglio, si troveranno ad affrontare il mercato libero dell’energia. Secondo Mario Intellisano, Coordinatore Unione Consumatori Regione Sicilia, ciò che serve ai consumatori, è proprio avere una guida sull’approccio a tematiche senza dubbio controversi e di vita quotidiane, che riguardano:

  • bollette telefoniche;
  • fatture gas e luce;
  • perdita di bagaglio;
  • viaggi rovinati;
  • multe e cartelle esattoriali “pazze”
  • truffe derivanti da e-commerce;
  • difformità di prodotto.

Una tutela del consumatore, a 360 gradi, un accompagnamento del consumatore in un mercato libero ed in tutte le sfacciettature. Per saperne di più consultare il sito http://www.consumatori.it

Mercato libero: quali accorgimenti?

Tra i temi trattati nell’intensa mattinata, quello dell’apertura al libero mercato del settore energetico previsto per il prossimo i luglio 2020. Ma cosa accadrà? In realtà, non si sa ancora bene. La domanda che sorge spontanea, è che fine faranno gli abbonati Enel? Considerando che attualmente il gestore Enel copre il 70% del mercato nazionale, questi consumatori si troverrano a scegliere il loro prossimo gestore. Attenzione, perchè in qualunque caso, occorre tenere presente i consigli del Dott. Marco Vignola, esperto in energia ed ambiente. Secondo lui, infatti, occorre prestare attenzione ad alcuni elementi della bolletta energetica:

  • oneri generali;
  • costo dell’Energia;
  • Rete di trasporto;
  • Tasse ed affini.

Un consumatore che tiene sotto’occhio il suo consumo, è sicuramente un utente finale accorto. Non sono mancati i consigli sul risparmi energetico, come l’utilizzo di lampade a led al posto di quelle tradizionali ad esempio. Ma non è finita qui. Spegnere i termosifoni fino quando non si è in casa, può portare nella proprio bolletta della corrente elettrica,una riduzione pari al 5%.

La sicurezza alimentare: cosa fare?

Durante l’incontro il Prof. Macrì, esperto in sicurezza alimentare, ha forntio delucidazioni in merito agli alimenti, alla diminuzione degli sprechi. Si precisa che l’associazione consumatori è la prima in Italia, che si è specializzata nella risoluzione di controversia nel settore. L’Unione nazionale consumatori, insieme a Federconsumatori, Federdistribuzione e Banco alimentare, sta portando avanti un progetto per la migliore allocazione delle risorse alimentari nel nostro Paese. Ridurre gli sprechi e migliorare la qualità delle nostre abitudini alimentari, non sono certo cosa da poco.

Un incontro molto interessante, in cui si invita ad essere consumatori responsabili. Per ulteriori informazioni rivolgersi, all’Unione Nazionale consumatori, in una delle loro 130 sedi nazionali. A Catania, sede del convegno, in Piazza G. Verga 25, in cui sarà possibile conoscere il mondo della conciliazione consumeristica. “Per avere una voce forte, non serve gridare scompostamente. E’ invece necesssario essere capaci di proposta, dialogo e iniziativa” cit. Vincenzo Dona.

Edoardo Musicò
Sono collaboratore giornalistico, copywriter e traduttore (tedesco e inglese). Dopo aver conseguito la laurea in lingue e letterature straniere moderne ho lavorato sia come traduttore, sia come collaboratore esterno di giornali locali liguri, siti web e piattaforme giornalistiche. Ho inoltre ampliato le mie esperienze come copywriter imparando ad aiutare le aziende a promuovere non solo i prodotti ma la vocazione della loro marca e i punti di forza per riposizionandosi sul mercato e anticipare i moderni trend di consumo. Le mie esperienze trasversali mi hanno insegnato l'importanza del continuo aggiornamento del linguaggio che non si misura solo nella carta stampata ma anche sui siti online e piattaforme web, senza dimenticare che i navigatori cercano risposte veloci e testi di immediata comprensione, specie con la crescente diffusione dei dispostivi mobili per accedere alla rete. La comunicazione ha generato in me Interesse e passione, trasformandosi nel mio lavoro quotidiano.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here