Corsi di ricostruzione unghie a Roma: quali sono i fattori da considerare nella scelta

12516159_10153345765652218_464322594_n

Se state pensando di iscrivervi ad un corso di ricostruzione unghie a Roma, ma non sapete su quale dei tanti orientare la vostra scelta, allora siete capitati sull’articolo giusto. In queste brevi righe, infatti, vi indicheremo quali sono i fattori a cui dovete fare caso e le informazioni che dovete prendere prima dell’iscrizione attraverso una serie di domande accurate da fare, per evitare di operare una scelta sbagliata e di buttare, così, i vostri soldi.

Cosa deve insegnare un corso di ricostruzione unghie a Roma?

Loading...

La prima domanda che dovete porvi è proprio questa. Le materie che un buon corso di ricostruzione unghie deve insegnare sono numerose e, alcune di queste, devono essere trattate in maniera approfondita. Prima di tutto dovrete imparare a riconoscere le diverse tipologie di unghie, ma soprattutto le possibili patologie e malattie ad esse connesse. Quest’aspetto è molto importante perché in alcuni casi si potrebbe peggiorare la situazione di una cliente che sia affetta da una di queste problematiche. In secondo luogo, dovrete assicurarvi che tra le materie insegnate ci siano le differenti tipologie di prodotti da utilizzare, nonché le varie tecniche che andrete ad eseguire. Infine è assolutamente indispensabile che ci sia una buona parte di pratica nel corso, perché in caso contrario non potrete mai padroneggiare sufficientemente la materia. In ultimo, un buon corso di ricostruzione unghie vi dovrà dare anche delle nozioni sui trend del momento in fatto di unghie e darvi anche un vero e proprio metodo che vi permetta di mantenervi sempre aggiornate. Potrebbe, infatti, capitarvi che vi richiedano un tipo di applicazione specifica e di recente attuazione in fatto di moda, ed è importante che voi siate pronte a rispondere a questa esigenza.

Il corso ha dei docenti qualificati?

Questa è la seconda domanda che vi dovrete porre. Verificate le effettive competenze dei docenti dei corsi, ma soprattutto verificate se siano effettivamente abilitati all’insegnamento della materia. Da questo punto di vista può costituire una sicurezza il fatto che la qualifica di ricostruzione unghie finale sia riconosciuta dalla regione Lazio, che supervisiona questo tipo di corsi e ne riconosce la qualifica solo ad alcuni (diciamo che questa dicitura rappresenta una sicurezza in più per voi della validità effettiva del corso che vi accingete a svolgere).

Il corso offre degli sbocchi professionali?

L’ultima domanda, ma non meno importante, riguarda gli sbocchi professionali. Verificate, dunque, che il corso offra effettivamente delle possibilità lavorative e che preveda una parte in cui vi sia uno stage lavorativo o un affiancamento pratico ad un professionista del settore. Questo è un requisito fondamentale e che farà la differenza nel momento in cui dovrete mettere in pratica le vostre conoscenze, facendo delle competenze da voi acquisite un vero e proprio lavoro. Potrete, infatti, trovare un impiego con maggiore facilità se avete già esperienza con la clientela e delle referenze dallo studio estetico dove avete fatto precedentemente esperienza.

Concludiamo questo breve articolo, dunque, affermando che un buon corso contiene tutte le caratteristiche da noi precedentemente elencate, che sono indispensabili per un corso di ricostruzione unghie di qualità. Fate, infine, attenzione anche al costo del corso: questo deve essere nella media, quindi non eccessivamente costoso né eccessivamente economico (fate, dunque, attenzione ai corsi che vengono proposti sul web tramite coupon a prezzi eccessivamente scontati perché spesso vi si rimette in qualità e le nozioni insegnate non sono sufficienti ad abilitarvi alla professione). Siamo sicuri, infine, che vi farete indirizzare sul corso migliore per voi dal vostro buon senso e che chiederete tutte le informazioni necessarie per verificare approfonditamente se questo sia valido o meno.

Potrebbero interessarti anche