I cibi portafortuna da mangiare il giorno di Capodanno

Quali sono i cibi da mangiare a Capodanno? La lista degli alimenti super fortunati

I cibi portafortuna da mangiare il giorno di Capodanno, sapete quali sono? Il capodanno è una festa celebrata in tutto il mondo con amici, familiari, tra fuochi d’artificio, bollicine e cibo. Molti sono i superstiziosi che la notte di fine anno scelgono cosa indossare, cosa mangiare o i rituali da seguire per avere fortuna durante l’anno che verrá. Vuoi attirare la prosperità e l’abbondanza nel nuovo anno? Scegli alcuni alimenti e non farli mancare sulla tua tavola.

Icibi che portano fortuna se mangiati a Capodanno

Lenticchie e Peperoncini

Le lenticchie simboleggiano i soldi e la crescita economica. Sarebbe proprio la loro forma simile a delle monetine a rendere questo alimento un portafortuna. Più ne mangi più ricchezza avrai nel nuovo anno. I peperoncini sono considerati dei veri e proprio amuleti. Scacciano la cattiva sorte e proteggono dal “malocchio”. Se non riuscite a mangiarli potete anche indossarli.

Fagioli neri

Negli Stati Uniti meridionali i fagioli neri sono un portafortuna molto simile alle lenticchie. Simboleggiano le monete, e sono definiti portatori di ricchezza e prosperità. Potete mescolarli con verdure a foglia verde. 

Maiale

Il maiale é segno del progresso, poiché questi animali non camminano mai all’indietro. Sia sotto forma di carne, zampone o cotechino non deve mai mancare sulle nostre tavole il giorno di capodanno.

Uva

L’uva é simbolo di abbondanza e portafortuna, in Spagna e in Messico, mangiare 12 chicchi di uva a mezzanotte. Ogni acino d’uva corrisponde a un mese dell’anno per il quale si auspica tanta fortuna. C’é un proverbio, che dice “chi mangia uva per Capodanno conta i quattrini tutto l’anno”.

Melograno

I semi del melograno sono da sempre stati associati alla fertilità. In Grecia, scagliano interi melograni sul pavimento per simboleggiare la vita e l’abbondanza. Nella mitologia greca e romana sia il frutto che la pianta del melograno erano definiti sacri e amati dalle dee Giunone e Venere.

Frutta tonda, mandarini e frutta secca

Questa credenza arriva dalle Filippine, dove la notte di Capodanno è di buon augurio mangiare frutta tonda, esattamente 13 frutti che ricordano le monete. In altri Paesi, si sceglie di mangiarne 12, che equivalgono ai mesi dell’anno. I mandarini hanno una forma simile alle monete, il tondo è simbolo di eternità e buon auspicio. La frutta secca é un portafortuna specialmente in Francia, dove si mangiano 13 tipi di frutta. Mentre in Italia sono 7 i tipi di frutta secca che si mangiano a capodanno. Già ai tempi dei Romani la frutta secca era un simbolo augurante, utilizzata durante i matrimoni.

Pesce

 Il mare è risaputo ospita miliardi di pesci. Forse è per questo che il pesce simboleggia l’abbondanza in tutto il mondo: in Asia per celebrare il capodanno mangiano il pesce intero mentre in occidente si preferiscono merluzzo, aringhe e carpe. In Germania e in Scandinavia le aringhe sono servite allo scoccare della mezzanotte. Il pesce grasso simboleggia l’abbondanza.

Tagliatelle e riso

Si crede che le tagliatelle, in particolare quelle extra-lunghe, diano tanta fortuna, se quando le mangi non le rompi nel mezzo. Il riso invece riguarda la fertilità e la ricchezza.

Torte a ciambella

Le torte a forma di ciambella o anello sono un porta fortuna per chi le mangia. In alcune tradizioni, una moneta viene cotta al suo interno per portare una dose extra di fortuna a chi la trova.