La pasta fa ingrassare?

Pasta e dimagrimento nell' immaginario collettivo non vanno d'accordo. Una recente ricerca però dice tutto il contrario...

La pasta fa ingrassare?

La pasta fa ingrassare?

Sembrerebbe proprio di no, almeno leggendo i dati di una recente ricerca condotta dal St. Michael’s Hospital e pubblicata su BMJ Open.

Lo studio indica che la pasta, essendo un carboidrato “sano” rispetto ad altri molto più raffinati o agli zuccheri, se ben gestita nell’alimentazione non crea problemi di peso.

“Ha un basso indice glicemico e un alto potere saziante” dicono i medici impegnati nell’ analisi dei dati di ricerca, e non impatta in alcun modo sul peso se non si esagera con le calorie assunte.

I dati della ricerca

Lo studio ha coinvolto un campione di 2500 persone, di sesso ed età mista, sia sportivi che non. Tutti senza particolari patologie pregresse.

Ai partecipanti è stata presentata una dieta a basso indice glicemico, che prevedeva l’assunzione di pasta in almeno uno dei due pasti principali della giornata.

Quello che si è scoperto è che nessun individuo ha subito un aumento di peso corporeo. Addirittura in qualche caso negli sportivi che praticavano molta attività, si è registrata una diminuzione di grasso addominale.

Come gestire la pasta nella dieta

Sta tutto nelle dosi, nella scelta del condimento e nella cottura!

Le dosi dovrebbero essere moderate, dai 70 ai 110g in base all’individuo, e i condimenti dovrebbero invece essere leggeri.

Bandite le preparazioni troppo “cariche” come carbonara, sughi di carne ecc… Bisognerà scegliere un sugo fresco e semplice, magari di solo pomodoro o un pesto light.

Quanto alla cottura invece il discorso è molto semplice, è importante che la pasta sia al dente! Così facendo aumenterà la digeribilità e diminuirà l’assorbimento calorico, aiutandoci a restare in forma.