La pizza fa guerra allo spot Mc Donald’s

images

Meglio l’happy meal alla pizza. È l’ultima provocazione dello spot pubblicità Mc Donald’s.

La location riprende una tipica famiglia italiana, con bambino a seguito, seduti al tavolo di un ristorante intenti ad ordinare la pizza.
“E tu che pizza vuoi?”, domanda che viene rivolta al bambino, assorto da una decisione scontata, come qualcuno potrebbe pensare. “Un happy meal”. La risposta disorienta tutti, lasciando il cameriere a bocca aperta.
Improvvisamente cambia la scena dello spot e tutti si ritrovano dentro un fast food felici e contenti.

Loading...

Sono bastati 20 secondi per mandare su tutte le furie i promotori del cibo sano e tradizionale come la pizza.

“La pizza non si tocca. È un prodotto di qualità e conosciuto in tutto il mondo, dal nome intraducibile e universale”. Così ha commentato Eduardo Pagnani, promotore di una petizione per far riconosce la pizza patrimonio immateriale Unesco, oltre ad essere uno dei titolari dell’antica pizzeria Brandi di Napoli, dove è iniziata la storia della prima pizza Margherita.

Purtroppo i bambini sono attratti dalle pubblicità dai cibi confezionati apposta per loro e corredati dai gadget da portare a casa. Sono bambini destinati all’obesità.

“Si agganciano alla pizza perché forse sono in difficoltà”. Non sono mancati i commenti dal tono pesante verso certe scelte alimentari dannose alla salute. Le polemiche si sono diffuse in rete, quasi da voler boicottare tutte le iniziative dello sponsor.

Il marchio Mc Donald’s è tra i sostenitori del prossimo Expo 2015 di Milano.