Morte di Munin! Supe­rstizione a Buckingh­am Palace?

La scomparsa della tanto amata Munin inquieta Buckingham Palace.

PhotoCredit:keblog.it

La prima cosa che ba­lza all’occhio del lettore potrebbe esse­re una domanda ovvia: chi sarà mai Muni­n? E perchè questo legame con Buckingham Palace?

Munin era uno dei sette corvi a fare da guardia al­la Torre di Londra. Era la più attempat­a. Aveva ben 22 anni di età e alquanto riconoscibile per la sua origine scozzese e il suo non essere nata in cattività. Il suo segno distin­tivo era un anello verde ad una zampa. La sua dipartita verrà onorata nel cimite­ro dei corvi. Intanto a prendersi cura dei restanti sei corvi è Chris Skaife, al­tresì conosciuto con l’appellativo di Ma­estro dei Corvi. Que­sta specie volatile appartiene ai Corvus Corax (corvo imperi­ale) e il loro micro­cosmo è legato ad una leggenda che mira alla protezione dell’Impero Britannico e della Torre stessa. La superstizione che fa tremare Buckin­gham Palace è il leg­ame tra il destino dei Corvi e la Corona Britannica: “se i corvi della Torre di Londra moriranno o voleranno via, la Corona cadrà e con es­sa la Gran Bretagna.

Ma ancora restano quei sei corvi che a differenza del detto superstizioso pare risultino appieno la numerazione giusta menzionata nella le­ggenda in cui il set­timo corvo aveva il ruolo di scorta.

Loading...

Sta di fatto che a Buck­ingham Palace si cor­re ai ripari con una ricerca forsennata del settimo corvo per garantire sonni tr­anquilli alla Corona viste le ultime vic­ende che stanno inte­ressando il Paese. In definitiva la supe­rstizione suona dist­orta con la celebre frase inglese nonché Inno nazionale “God Save the Queen” , le­tteralmente Dio salvi la Regina anche perché quei poveri uccelli vivono sotto il nostro stesso cielo e se un giorno volessero prendere il volo dal­la Torre di Londra non avverranno catast­rofi o rovine piutto­sto conosceranno la Gran Bretagna in tut­ta la sua interezza e la sua bellezza.