Domenica 25 Febbraio il Gala Olimpico del Pattinaggio Artistico in diretta dall’1:30 (non perdetevelo!)

Uno Sport Danzante che non regala medaglie all'Italia, ma dà sempre delle soddisfazioni

Non perdetevi il tradizionale Gala Olimpico trasmesso  in diretta dall’ 1:30 di Domenica 25 Febbraio 2018 (e in replica la mattina più tardi sui canali Rai).

Gli atleti, finite le sfide, daranno spettacolo con i loro numeri nel Gangneung Ice Arena.

Tra gli sport invernali e le discipline presenti (non solo alle Olimpiadi di Pyeongchang) il Pattinaggio di Figura (il pattinaggio artistico) rimane il più seguito e amato da tutti.

Appassionati e non, lo guardano con piacere, affascinati dai movimenti sinuosi dei pattinatori sul ghiaccio (veri e propri “danzatori”).

Si gareggia individualmente, a coppie, in squadra, eseguendo “esercizi a suon di musica” composti da figure, passi, trottole e salti. Per ogni prova è evidenziato il punteggio, anche con delle caselline che si accendono (in verde, giallo e rosso) a seconda di come si esegue la parte tecnica (quella che più conta per i giudici; quello che meno considerano gli spettatori, colpiti dai costumi, dall’eleganza, dalla canzone, dallo spettacolo).

Loading...

Gli italiani non vincono, pur potendosi ritenere soddisfatti dei risultati raggiunti e dei personali migliorati. Non esiste solo la Kostner nel team azzurro, pur se di solito solo di lei si parla (non sale sul podio, arriva quinta). Non è poi molto obiettivo il giudizio dei cronisti quando gareggia. Carolina è indiscutibilmente preparata, bellissima… ma se commette errori per incapacità di gestione delle emozioni, non puoi giustificarli e far commento non rispecchiante quello che succede in pista. Vanno detti i buoni e i cattivi di una prestazione, con obiettività sportiva (se vinci o meno una medaglia dovrebbe esser secondario).

Anna Cappellini-Luca Lanotte (che iniziano a pensare di abbandonare il mondo delle competizioni) e Charlène Guignard-Marco Fabbri si sono piazzati sesti e decimi in classifica. Significa essere tra i primi dieci, non è affatto male. Non sono però ai livelli dei più bravi, perché peccano in precisione tecnica e in scioltezza.  La qualità non è paragonabile alle coppie davanti a loro, dovranno lavorare tanto per raggiungerle.