Oggi è la Giornata della Memoria

Per ricordare la pagina più atroce della storia recente

Oggi si celebra la Giornata della Memoria, a ricordo delle tante vittime della Shoah, uomini, donne e bambini lasciati morire nei campi di concentramento nazisti in condizioni disumane.

Quando il 27 gennaio del 1945 le truppe dell’allora Armata Rossa entrarono per la prima volta nel campo di concentramento di Aushwitz si trovarono di fronte ad uno spettacolo desolante. Donne e bambini che vagavano come spettri, denutriti, come abituati all’orrore quotidiano che li circondava, lo sguardo perso nel vuoto, senza più nessuna dignità umana in loro.

Anche oggi, nonostante siano passati ormai tanti anni da quel giorno, è importante ricordare perché tutte quelle atrocità non si ripetano mai più, perché mai più nessun essere umano debba patire quelle violenze. Anche coloro che non hanno vissuto quella tragedia devono almeno per oggi fermarsi a riflettere su quello che è successo, perché la storia può e deve aiutarci a non commettere mai più gli errori del passato.

Per capire a fondo quali orrori è capace di progettare la mente umana basta pensare ad una ragazzina come Anna Frank, che giovanissima venne costretta a rifugiarsi in un appartamento segreto con l’unica compagnia del suo diario a cui confidava i suoi segreti e le sue paure più inconfessabili, uniti all’angoscia della vita in clandestinità. Quando il nascondiglio della famiglia Frank venne scoperto tutti i suoi abitanti vennero deportati nei campi di concentramento e alla fine della guerra si salvò solamente il padre di Anna. Il padre decise di fare pubblicare il diario della figlia perché la sua testimonianza vivesse in eterno e per fare capire anche alle generazioni future tutto quello che era successo in quei momenti terribili.

A chi si chiede se abbia ancora un senso celebrare la Giornata della Memoria non si può che dire che sì, ancora oggi la parole di Anna nel suo diario e tutte le testimonianze dei sopravvissuti sono più che mai attuali e di ricordare c’è sempre un gran bisogno.   

Sono una ragazza di trenta anni con Laurea triennale in Studi Internazionali e Laurea magistrale in Scienze del governo e dell'amministrazione; ho anche frequentato un Master e vari corsi post laurea. Conosco oltre all'italiano, inglese e francese e il tedesco a livello base. Le mie passioni sono leggere, scrivere di attualità, ambiente e animali e viaggiare per scoprire sempre posti nuovi. Oltre che per Quotidian Post scrivo anche per Prima Pagina on line, Notiziario Estero e Report Difesa. Ho anche un blog personale http://valeryworldblog.com
Potrebbero interessarti anche