Olio tunisino, la UE approva l’importazione senza dazi

olioIl Parlamento Europeo in seduta plenaria a Strasburgo ha approvato le misure d’emergenza per importare da Tunisi fino a 70.000 tonnellate di olio di oliva senza dazi nel 2016 e 2017. Il provvedimento è stato approvato da 500 eurodeputati; tra i 107 che hanno invece votato contro ci sono esponenti di Forza Italia, Lega, e Movimento 5 Stelle. Sono state altresì previste delle misure di salvaguardia per i produttori dell’UE, tra le quali la valutazione degli effetti dei vantaggi dopo un anno che verrebbero modificati nel caso si rilevassero pregiudizi per il settore europeo.

Tunisi potrà, quindi, vendere nel mercato europeo 35.000 tonnellate di olio tunisino all’anno senza l’applicazione di dazi: complessivamente 70.000 tonnellate che si aggiungono alle 56.700 tonnellate d’olio d’oliva vergine «duty-free» stabilite nell’accordo di associazione tra Bruxelles e Tunisi. Le importazioni di tali quote extra non saranno prorogabili oltre il 2017.

La Commissione ha incluso anche la clausola di tracciabilità delle merci per garantire che tutto l’olio libero da dazi sia effettivamente prodotto in Tunisia e arrivi sul mercato europeo direttamente dal paese nordafricano. Questo perché si sospetta che Tunisi potrebbe star vendendo olio di oliva di altri paesi come fosse il suo, dato che nell’ultimo anno la sua produzione è aumentata in maniera esponenziale.

Loading...

Questi aiuti sono sicuramente una buona notizia per Tunisi, in un momento così difficile per il paese africano, che dopo gli attentati terroristici dell’anno scorso ha subito un duro colpo all’economia e al turismo. Facilitare l’esportazione dell’olio di oliva rappresenta un sostegno concreto, una dimostrazione di solidarietà dell’Unione Europea a Tunisi. La deputata Marielle de Sarnez ha affermato che “La Tunisia è progredita molto dalla Primavera Araba, è uno dei pochi paesi che ha raggiunto una transizione democratica e proprio per i progressi verso il consolidamento della sua democrazia, il paese è stato il bersaglio da attacchi terroristiciVogliamo che il paese abbia successo, e dobbiamo aiutare con misure concrete per rilanciare l’economia“.

Il testo dove ancora essere approvato formalmente dal Consiglio dell’UE ed entrerà in vigore 20 giorni dopo la sua pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea contentente la raccola ufficiale della legislazione dell’UE.