Qualificazioni Europei: l’Italia vuole staccare il pass

image

Il campionato ha lasciato spazio alle nazionali questa settimana con gli impegni nelle qualificazione al campionato europeo del 2016 in Francia. Molti di questi ultimi due incontri della fase a gironi, saranno fondamentali per decidere le 24 contendenti che si sfideranno l’anno prossimo per il titolo, infatti, solo poche squadre hanno già raggiunto la qualificazione: Francia (ospitante del torneo quindi qualificata di diritto), la sorpresa Islanda, Repubblica Ceca, Austria e Inghilterra. Come abbiamo detto, però, le contendenti sono 24 quindi ci sono ancora 19 posti vuoti che verranno assegnati la maggior parte al termine degli incontri perché si qualificano direttamente le prime due del girone, i quali sono nove, e la migliore terza. Gli altri posti verranno assegnati attraverso uno spareggio, che si giocherà a novembre, tra le restanti 8 nazionali che si sono qualificate come terze.
Anche l’Italia dovrà affrontare delle partite decisive ai fini della classifica, infatti nel girone H la qualificazione azzurra non è ancora chiusa. L’Italia scenderà in campo sabato alle 18:00 (ora italiana) a Baku contro l’Azerbaijan e poi martedì 13 ottobre all’olimpico di Roma alle 20:45 contro la Norvegia seconda in classifica e ad un solo punto di distanza dagli azzurri. L’Italia è reduce da due vittorie, entrambe per 1-0, contro Malta e Bulgaria senza aver espresso un buon gioco e ricevendo molte critiche dalla stampa e dai tifosi. Per rispondere alle critiche il ct Conte opterà, molto probabilmente, per un 4-3-3 dando spazio ad Insigne, autore di un ottimo inizio di stagione.
Tra le grandi nazionali solo l’Inghilterra ha già ottenuto il pass per Euro 2016, mentre le altre dovranno affrontare gli ultimi incontri con determinazione per riuscire a staccare il biglietto per la Francia. La situazione più difficile la vive l’Olanda, quarta nel girone A dominato dalle sorprese Islanda e Repubblica Ceca (già qualificate) e l’unico obbiettivo rimasto agli Orange è quello di raggiungere il terzo posto, occupato dalla Turchia, per sperare nello spareggio. Nel girone C la Spagna ha il solo compito di mantenere il primo posto giocando contro il modesto Lussemburgo e chiudendo contro la seconda in classifica: l’Ucraina. Lo stesso vale per la Germania nel girone D insidiata dalla Polonia e dall’Irlanda. Mentre il Portogallo, nel girone I, affronterà il match decisivo per la qualificazione contro la Danimarca che può estraniare dalla corsa anche l’Albania.

 

Loading...