Terzo oro per l’Italia alle Olimpiadi Invernali !

E' Sofia Goggia a conquistarlo nella Discesa Libera

Jeongseon alpine centre: la pista per la discesa libera è davanti a lei, è quella della maturità, neve da dominare, tanta voglia di far bene, e Sofia Goggia ce la fa!

Nota per le sue “goggiate”, si definisce una pasticciona caotica capace di diventare un samurai. E’ un’atleta imprevedibile, che si lancia senza remore o paure (va, si butta, dà se stessa). Non altrettanto di può dire delle altre azzurre: Nicol Delago, Nadia Fanchini e Federica Brignone non deludono ma non concludono la prova.

Con tenacia e pazienza la sciatrice lombarda si è allenata per raggiungere un grado di solidità tecnica non indifferente. Ha superato incidenti  e difficoltà fisiche, è stata a volte poco fortunata, ma oggi viene ripagata della fatica e del lavoro sostenuto per tornare in forma. Grande soddisfazione dei tecnici che l’hanno sostenuta, anche loro le hanno permesso di eseguire una gara pressocché perfetta (nessun errore). La bergamasca ottimizza il suo personale, e sale sul podio al primo posto. E’ una vittoria meritata.

Inizia a scendere e non si ferma, incrementa progressivamente la sua velocità senza sbagliare una curva (in specie nella zona centrale). Un tracciato aggredito con prontezza di riflessi e molta concentrazione.  Potenza allo stato puro, precisione e azzardo, emotivà sotto controllo. La pressione scivola via come i suoi sci. Arriva al traguardo col miglior tempo compiuto, conquista l’oro! Le avversarie non riescono a superarla. E’ raggiante, lo siamo tutti, realizza il suo sogno di bambina: tenere tra le mani una medaglia olimpica, che regala all’Italia.  Siamo alla nona dei Giochi Invernali di pyeongchang.

Loading...