Tortolì, uomo ritrova le figlie grazie a Facebook dopo 33 anni

facebook

Francesco Tassi, un cuoco sessantaduenne originario di Acquaviva delle Fonti (Bari), che vive a Tortolì, capoluogo di provincia dell’Ogliastra in Sardegna da dove proviene la seconda moglie, dopo 33 anni ha ritrovato grazie a Facebook le sue tre figlie. La vita li aveva separati e il signor Francesco aveva creduto che loro non lo ricordassero più o non volesse più vederlo (e viceversa). Poi il cuore ha prevalso e l’uomo ha provato a scrivere i loro nomi sul social network, trovando quello della primogenita Angela. L’ ha seguita per un po’ attraverso il suo profilo, poi ha preso il coraggio a due mani e le ha scritto. Angela, 44 anni, non ci ha pensato due volte: è partita dalla Puglia dove era rimasta a vivere con la madre dopo il divorzio dei genitori nel 1982 – mentre il padre si era trasferito in Germania, dove ha conosciuto l’attuale moglie, con la quale è sposato ormai da 28 anni – e si è presentata alla porta di casa del padre con suo figlio di 13 anni. L’11 aprile tornerà a trovarlo con le due sorelle, Katya, di 43 anni e Mina, di 39, assieme ai loro figli. Il commovente abbraccio tra Angela e il papà è stato ripreso dalle telecamere della tv locale Videolina.

La donna aveva già provato a mettersi in contatto con il padre: due anni fa aveva saputo che viveva a Tortolì ed aveva contattato il Comune, ma non era riuscita a trovare Francesco. Finchè l’8 marzo, Festa della Donna, gli viene regalato un tablet e realizzato un profilo personale. Così, chattando, ha ritrovato Angelica e poi le altre due figlie. Per anni la seconda moglie, Anna Pusceddu, l’aveva esortato a cercarle, ma lui non l’aveva fatto per paura di essere rifiutato.

Loading...
Dopo la maturità classica, mi sono laureata all'Università Cattolica del Sacro Cuore a Milano in Scienze dell'Educazione, con una tesi in Pedagogia Interculturale dal titolo "Donna e Islam: la questione del velo". Scrivo per diverse testate on-line come "Al-Maghrebiya", "Ebraismo e dintorni", il blog del "Legno Storto" su argomenti riguardanti il mondo arabo e islamico, soprattutto per quanto riguarda la condizione della donna, il Medio Oriente, Esteri, immigrazione e integrazione. Ho scritto due racconti: "Dopo la notte" (Il Filo, 2009) e "Soltanto una donna" (Albatros - Il Filo, 2011).
Potrebbero interessarti anche