L’impegno di Gian Luca Rana per rendere la collezione d’arte di Palazzo Maffei accessibile agli studenti

Il noto imprenditore mette a disposizione la sua esperienza per promuovere la cultura

L’arte è un linguaggio che sa ispirare, aiuta a pensare, apre la mente e l’immaginazione, riflettendo il tempo presente e proiettando verso il futuro. Lo sa bene Gian Luca Rana, Amministratore Delegato di Pastificio Rana, che crede fermamente nel valore della cultura

Da sempre consapevole dell’importante ruolo svolto dall’impresa all’interno del tessuto sociale, Gian Luca Rana sostiene e promuove la collaborazione virtuosa tra imprenditoria e arte. La loro sinergia, infatti, permette di formare, ispirare e sviluppare il talento, in un circolo virtuoso di crescita personale e collettiva.

- Advertisement -

E’ proprio da questa idea di Gian Luca Rana, che nasce la collaborazione con Palazzo Maffei Casa Museo, che da marzo 2023 permette a oltre 3700 studenti, di ogni ordine e grado, di visitare gratuitamente le opere della Collezione Carlon.

Situata nel cuore di Verona, la splendida Casa Museo ospita una raccolta di 600 opere, acquistate da Luigi Carlon nel corso di sessant’anni di passione per l’arte. Ora, grazie all’impegno di Gian Luca Rana e della sua azienda, sono accessibili gratuitamente agli studenti, affiancati da guide specializzate in grado di proporre narrazioni tematiche e laboratori didattici.

- Advertisement -

La visione di Gian Luca Rana tra imprenditoria, arte e cultura

L’idea di Gian Luca Rana di mettere l’imprenditoria a servizio della cultura nasce da una visione che da sempre caratterizza l’azienda di famiglia, dove i punti di forza sono innovazione, passione, qualità e condivisione. Valori che si rispecchiano nei progetti come quello intrapreso con Palazzo Maffei Casa Museo. A confermarlo sono le parole del CEO di Pastificio Rana:

“Penso a queste migliaia di giovani studenti che varcheranno la soglia della straordinaria Casa Museo e sono entusiasta, sento il potere vivificante dell’arte in cui si immergeranno, guidati in un viaggio esperienziale tra i capolavori selezionati in sessant’anni da Luigi Carlon, a disposizione di tutti grazie ad una straordinaria generosità. Ritengo che tra imprenditoria, cultura e arte ci sia una forte affinità valoriale: la dignità del lavoro creato, la passione del fare, il potere della bellezza, la riflessione sul futuro, la condivisione. Come imprenditore da sempre sento la responsabilità di sostenere lo sviluppo culturale e l’espressione artistica, che nutrono l’animo umano e in particolare ispirano le nuove generazioni. Per questo ho deciso di offrire il mio contributo e rendere possibile la visita del museo gratuitamente, goderne dello spazio creativo e stimolante, dove realizzare laboratori con esperti.”

- Advertisement -

La Casa Museo è accessibile, da marzo 2023, alle classi scolastiche provenienti da tutta Italia, previa prenotazione. Un percorso utile alla crescita personale di tanti giovani nell’età più delicata: quella in cui si costruisce l’identità e si indirizza il futuro.

L’arte contribuisce a sviluppare la creatività e il pensiero critico. Qualcosa che evidenzia anche Vanessa Carlon, direttrice di Palazzo Maffei Casa Museo, la quale così si esprime rispetto all’impegno profuso da Gian Luca Rana e dalla sua famiglia:

“Sono grata di aver trovato nella famiglia Rana questo immediato entusiasmo nella condivisione dei nostri obiettivi. L’arte e la cultura danno benessere e accendono passioni, ancor più se sono vissute come esperienze appaganti. Nel momento storico di crisi e difficoltà che stiamo vivendo, la nostra attenzione è rivolta ai giovani che più di tutti sono esposti all’incertezza del futuro e al peso di un presente spesso ulteriormente incupito dal problema dell’iperconnessione. Abbiamo deciso allora di promuovere l’esperienza dal vivo e l’incontro con l’arte: una storia, un personaggio inatteso, una lettura trasversale che mostri la relazione tra diverse discipline possono squarciare un velo e gettare un seme di curiosità, per far nascere un sogno e mostrare la forza e la bellezza della vita.”

Le opere presenti all’interno dello spazio espositivo spaziano dall’archeologia greco-romana all’arte contemporanea, passando per le tavole trecentesche e l’arte antica veronese. La collezione comprende i lavori di maestri del calibro di Van Wittel, Canova, Boldini, Picasso, Magritte, Kandinskij e molti altri ancora.

Un patrimonio capace di illuminare la mente e fungere da ispirazione, facendo riscoprire il valore dell’arte. L’iniziativa sta conoscendo un periodo felice e di grande successo. Un grande orgoglio per Gian Luca Rana, promotore dell’arte e della diffusione della conoscenza per i giovani. Perché, come lui stesso afferma, “Per sapere dove andare serve capire da dove veniamo”.

Lorita Russo
Lorita Russo
Social media specialist, Seo Specialist, specializzata in tecnologia, scienza e cucina. Sono un influencer e reviewer, amante della lettura umanistica e dei problemi sociali. Ho un sito di cucina Facili idee e il gruppo Facebook che conta ben 150 mila follower

Al via Taobuk 2024

Si alza il sipario su Taobuk - Taormina International Book Festival, il festival internazionale ideato e diretto da Antonella Ferrara. Fino al 24 giugno, Taobuk porterà a Taormina...