Serie A TIM: La Roma vince soffrendo contro il Verona

florenzi

Nell’anticipo di sabato della quinta giornata di Serie A, la Roma vince con sofferenza in casa contro il Verona di Mandorlini, grazie alle prodezze di Florenzi e Destro. I giallorossi, nonostante il solito possesso palla hanno trovato notevoli difficoltà a scardinare la retroguardia veronese. Solamente una magia di Florenzi e un’altrettanto gol spettacolare di Destro, hanno permesso ai capitolini di sbloccare un match che sembrava destinato a terminare in parità.

Nonostante l’impegno di martedi contro il Manchester City, Garcia non ha effettuato molti cambi, riproponendo la stessa difesa di Parma con Cole schierato al posto del greco Holebas. A centrocampo ancora spazio a Pjanic, Nainggolan e la certezza Keita. In avanti, il tecnico francese, ha concesso una nuova maglia da titolare a Ljajic, dopo la buona prova offerta mercoledì scorso, affiancandogli Destro e Francesco Totti, osannato dal pubblico per aver compiuto proprio oggi 38 primavere. Mandorlini, invece, abbandona il 4-3-3 per una formazione più accorta, dovendo inoltre rinunciare a molti infortunati tra cui Halfredsson, perno del centrocampo, costretto a disertare la trasferta dell’Olimpico a causa di problemi familiari.

Loading...

PRIMO TEMPO – I giallorossi partono forte anche se il possesso palla prolungato risulta alla lunga sterile, poichè gli uomini di Garcia non riescono a perforare la retroguardia scaligera. Gli attaccanti della Roma, scambiano spesso le posizioni, ma sono ben pochi gli spazi liberi da poter sfruttare. L’occasione più ghiotta capita sulla testa di Destro che a due passi dalla porta piazza il pallone sul secondo palo, sbagliando di poco la mira. Il Verona tenta qualche sortita in avanti, sfiorando il gol con Juanito Gomez che impegna con un diagonale De Santis, dopo aver ricevuto una buona sponda di testa da parte di Nenè. Dopo un minuto di recupero l’arbitro fischia la fine della prima frazione, senza grandi emozioni, con una Roma apparsa troppo contratta e poco incisiva in fase offensiva.

SECONDO TEMPO – Dopo l’intervallo, la Roma rientra in campo più convinta rispetto alla prima frazione e guidata da capitan Totti sfiora due volte il gol del vantaggio. Dopo un quarto d’ora Garcia richiama in panchina prima il serbo Ljaijc e poi lo stesso capitano, sostiuiti da Gervinho e Florenzi. Quest’ultimo al 75′ trova il gol del vantaggio con un gran tiro dalla distanza che sorprende Gollini. La Roma raggiunto il vantaggio non si ferma, ma tenta di chiudere il match, prima con Destro e poi ancora con Florenzi, molto attivo in fase offensiva. All’86’ però Destro racoglie un lungo lancio e dopo avert stoppato il pallone con il petto lascia partire un tiro da trenta metri che beffa Gollini. Il gol dell’attaccante giallorosso chiude di fatto il match, regalando tre punti importanti in chiave campionato ai giallorossi che ottengono la quinta vittoria in cinque partite, portandosi momentaneamente da soli in testa alla classifica, in attesa della partita della Juvents impegnata questa sera a Bergamo contro l’Atalanta.

TOP E FLOP DEL MATCH 

TOP KEITA: il maliano, ex Barcellona è il padrone assoluto del centrocampo. Gioca qualsiasi pallone passi da quelle parti con assoluta tranquillità e trovando sempre la soluzione giusta. Non fa rimpiangere l’assenza per infortunio di De Rossi e nonostante i 34 anni sulle spalle, corre come fosse una ragazzino.
FLOP GOLLINI: Il giovane portiere del Verona, fino al gol di Florenzi aveva mostrato assoluta sicurezza in porta. Sulla prima rete nonostante il tiro fosse molto angolato, si fa trovare impreparato, anche se l’errore più evidente è sul gol di Destro, nonostante l’attaccante abbia scagliato in porta un tiro velenoso dai trenta metri.

Tabellino partita:

Roma-Verona 2-0

Roma (4-3-3): De Sanctis; Maicon, Yanga-Mbiwa, Manolas, Cole; Nainggolan (82′ Paredes), Keita, Pjanic; Destro, Totti (65′ Florenzi), Ljajic (57′ Gervinho). All. Garcia

Verona (4-3-3): Gollini; Sorensen, Moras, Marques, Brivio; Obbadi (43′ Gustavo), Tachtsidis, Ionita; Gomez, Nenè (69′ Toni), Jankovic (82′ Valoti). All. Mandorlini

 

Marcatori: 75′ Florenzi, 86′ Destro

Arbitro: Russo di Nola

Potrebbero interessarti anche