Serie A TIM: Ancora una sconfitta per la Lazio

serie a

Nel posticipo della quarta giornata del campionato di serie A, la Lazio di Pioli perde in casa contro l’Udinese di Stramaccioni. I friuliani sbancano l’Olimpico con un gol di Thereau, prelevato in estate dal Chievo Verona, raggiungendo il terzo posto in solitaria in classifica con nove punti in quattro partite. Per i capitolini, invece, continua il trend negativo di inizio stagione, con la terza sconfitta in quattro gare, la seconda consecutiva dopo quella rimediata neanche tre giorni fa contro il Genoa di Pinilla.

PRIMO TEMPO – Il tecnico laziale Pioli, dovendo far fronte alle assenze di Gentiletti (fuori sei mesi) e De Vrij (squalificato), ridisegna una difesa con Novaretti e Cana al centro, mentre ai lati opta per Konko a destra e Braafheid a sinistra. A centrocampo , dovendo fare a meno di Biglia (anch’egli infortunato), spazio a Onazi, Parolo e Ledesma. In avanti, invece, si rivede Klose supportato da Candreva e Felipe Anderson. Nell’Udinese, invece, pochi cambi rispetto agli undici scesi in campo contro il Napoli nel turno precedente, con Di Natale che lascia spazio a Muriel e Thereau schierato al centro dell’attacco. Nonostante un avvio equilibrato, i friulani riescono a passare al 26′, con Thereau che insacca in rete un buon cross al centro di Widmer. La Lazio accusa il colpo e tenta una timida reazione, che però non produce alcun effetto.

Loading...

SECONDO TEMPO – Nella ripresa il tecnico Pioli tenta di scuotere la sua squadra, inserendo Djordjevic al centro dell’attacco. La prima occasione del secondo tempo però capita sui piedi di Kone, che fallisce il colpo del due a zero. Pioli inserisce anche Lulic, richiamando in panchina Ledesma, ma il forcing laziale non crea problemi alla retroguardia friuliana che amministra il vantaggio con maturità. Pioli sul finale si gioca la carta Keita, mentre Stramaccioni inserisce un difensore in più, a protezione della porta. Il risultato non cambia ed al triplice fischio dell’arbitro, che sancisce la fine del match, per i friulani è festa grande. Stramaccioni, ex allenatore delle giovanili giallorosse, si prende così una doppia soddisfazione, potendo festeggiare anche il terzo posto in classifica alle spalle di Juventus e Roma e la vittoria contro i suoi “ex nemici laziali”. Per i biancocelesti, invece, la crisi è ufficiale ed a sole quattro giornate dall’inizio del campionato la panchina di Pioli sembra essere già in bilico.

 

TABELLINO GARA:

LAZIO-UDINESE 0-1

LAZIO (4-3-3):Marchetti; Konko, Novaretti, Cana, Braafheid (dal 31’ s. t. Keita); Onazi, Ledesma (dal 14’ s.t. Lulic), Parolo; Candreva, Klose, Anderson (dal 1’ s.t. Djordjevic). (Berisha, Strakosha, Ciani, Pereirinha, Cavanda, Mauri, Murgia, Tounkara). All. Pioli.

UDINESE (4-3-2-1):Karnezis; Widmer, Heurtaux, Danilo, Piris; Badu, Allan, Guilherme; Thereau (dal 20’ s.t. Di Natale), Kone; Muriel (dal 28’ p.t. B.Fernandes, dal 36’ s.t. Belmonte). (Meret, Brkic, Coda, Bubnjic, Jadson, Pasquale, Hallberg, Evangelista). All. Stramaccioni.

MARCATORE: Thereau al 26′ p.t.

ARBITRO:Rocchi di Firenze.

NOTE:Spettatori 25mila circa. Ammoniti Novaretti (L) per gioco scorretto, Kone (U), Candreva (L) e Lulic (L) per c.n.r. Tiri in porta: 7-3. Tiri fuori: 3-1. In fuorigioco: 3-3. Angoli: 8-3. Recuperi: p.t. 4’, s.t. 3’.