Time Magazine, ecco i 10 dispositivi più influenti di tutti i tempi

nokiaDall’iPhone all’iPod, dalla prima radio a transistor al Commodore 64 e al Personal Computer IBM, la rivista Time ha selezionato i 50 dispositivi tecnologici che hanno cambiato la nostra vita, introducendo delle piccole rivoluzioni in tanti campi, compreso quello più intimo.

Quali sono i dispositivi che hanno maggiormente influenzato la vita e il lavoro dell’uomo contemporaneo, rivoluzionando e semplificando attività quotidiane? Ce lo rivela la prestigiosa rivista statunitense Time Magazine, che ha stilato una classifica con 50 gadget che, in vari ambiti, hanno “cambiato il corso della tecnologia”, proponendosi come esemplari storici e di successo (anche se non sempre commerciale).

Il genio di Steve Jobs. Per i redattori americani, il dispositivo tecnologico più influente di tutti i tempi è l’iPhone della Apple, il melafonino lanciato che in breve ha inaugurato una nuova era nelle comunicazioni: se oggi parliamo, lavoriamo e giochiamo con un solo telefonino lo dobbiamo proprio all’idea presentata da Steve Jobs durante la conferenza di apertura del Macworld il 9 gennaio 2007, e ai suoi “fratelli”, come l’ultima generazione di iPhone 7. Non a caso, il compianto genio è presente in graduatoria anche con un’altra invenzione, l’iPod Apple, la cui prima generazione è stata lanciata il 23 ottobre 2001.

Loading...

Telefoni, tv e computer. Nella lista del Time poi trovano spazio molti dispositivi “vintage”: nel campo della telefonia cellulare, ad esempio, sono citati sia il Nokia 3210 (ancora oggi vero e proprio bestseller, con oltre 160 milioni di pezzi venduti in tutto il mondo) che il progenitore assoluto, il Motorola Dynatac 8000x, datato 1984 e primo cellulare portatile della storia; per i computer sono presi in considerazione sia il mitico Commodore 64 che l’Ibm Personal Computer (a testimonianza delle due anime del pc, quella destinata al gaming e quella invece più orientata al lavoro), per i televisori il Sony Trinitron del 1968 (e uscito dal mercato nel 2006, dopo aver venduto oltre 100 milioni di dispositivi in tutto il mondo).

Musica, la prima radio a transistor e il nipote Walkman. Sempre dal Giappone e dalla Sony arriva un altro prodotto che ha fatto la storia, il Walkman, primo lettore di musicassette commercializzato dal 1970 e in breve assurto a sinonimo stesso della possibilità di ascoltare musica fuori casa, e progenitore dei moderni lettori digitali. In top ten anche altri due gadget in tema “musica”, come il fonografo (inventato nel 1877 e reso dall’azienda statunitense Victor Talking Machine Company un oggetto di design diffuso e ambito nei primi anni del Novecento) e la radio a transistor Regency TR1, commercializzata a partire dall’ottobre del 1954 in un originalissimo (per l’epoca) formato tascabile.

Fonte: www.restainformato.com