Annabelle: storia della bambola posseduta

Annabelle: storia della bambola posseduta

Annabelle: storia della bambola posseduta

Oggi parliamo di un caso che ancora oggi attrae milioni di curiosi. Si tratta di un oggetto che secondo molte testimonianze sarebbe posseduto. L’oggetto in questione è una bambola. Ma cerchiamo di capire meglio come nacque questa storia.

Annabelle: storia della bambola posseduta

Con la macchina del tempo, torniamo al 1970. Ad un negozio di hobbistica, una madre comprò per il compleanno della figlia Donna, una bambola. Donna era, allora, una studentessa del del college, pronta a laurearsi in medicina. Risiedeva in un piccolo appartamento con una sua amica, Angie, con cui frequentava la stessa facoltà. La ragazza fu felice del regalo. La lasciò per alcuni giorni sopra il suo letto, dimenticandosene. Intanto, Angie e Donna si accorsero che la bambola cominciava a muoversi da sola.

Movimenti piccoli ed impercettibili che, però, ben presto cominciarono a divenire sempre più evidenti. Infatti, le due ragazze trovarono spesso la bambola seduta sul divano con le gambe incrociate e le breccia conserte, altre volte in posizione verticale, appoggiata su una sedia in camera da pranzo. Molte volte, Donna lasciava la bambola sul divano e al ritorno da lavoro la trovava sul letto in camera sua con la porta chiusa.

Annabelle: storia della bambola posseduta

Una notte, tornando dal lavoro, Donna trovò la bambola sul suo letto. Prese la bambola e cominciò ad ispezionarla. Vide delle gocce di sangue sulla mano e sul petto della bambola. Spaventate e disperate, Donna ed Angie decisero di consultare un esperto. Contattarono un medium e durante una seduta emerse il nome di Annabelle Higgins, una bambina di sette anni, che risiedeva in quel luogo prima che fossero costruiti gli appartamenti. Il suo corpicino senza vita venne ritrovato sul campo dove in seguito venne costruito il complesso di appartamenti. Lo spirito della bambina era ancora lì, in quella casa e si divertiva a giocare con la bambola. Donna, fu mossa a compassione dalla storia della bambina. Così le diede il permesso di entrare nella bambola.

Le due ragazze, però, non si erano rese conto di chi fosse in realtà Annabelle. Un amico delle ragazze, Lou, che era stato con loro sin da quando la bambola era arrivata in casa cominciò ad avvertire qualcosa che non andava in Annabelle. Donna, però, era affezionata a quella bambola e la volle tenere con sé.

Una notte, preso dal terrore, Lou si svegliò. Si sentiva in un certo qual modo diverso. Il ragazzo vide sui suoi piedi la bambola, Annabelle, iniziò a salire sulla sua gamba, fino ad arrivare sul suo petto, per poi fermarsi sul collo. La bambola cominciò a strangolarlo, senza che Lou potesse fare nulla. Lou svenne. Il giorno dopo, svegliandosi, certo che quella precedente non era stato un semplice caso di paralisi, o un incubo, decise che era il momento di liberarsi della bambola e dello spirito che la possedeva.

Annabelle: storia della bambola posseduta

Intanto, Lou ed Angie si stavano preparando per un viaggio, leggendo delle mappe nell’appartamento delle due ragazze. Un suono proveniente dalla stanza di Donna ruppe il silenzio. Lou entrò nella stanza per cercare di capire cosa avesse provocato quel rumore. In un angolo del pavimento vide la bambola, Annabelle. Mentre si avvicinava alla bambola, Lou sentì qualcuno alle sue spalle. Si voltò ma non vide nessuno. In un attimo si trovò piegato dal dolore. Aprì la camicia e si accorse che dal petto colava sangue. Vide sette grossi segni di artigli che gli segnavano il petto.

Oggi la bambola è custodita al Warren Occult Museum, in Connecticut. Il museo è di proprietà di Lorraine Warren, famosa demonologa spesso ospite al programma “Paranormal State”. E’ conservata in una piccola teca di vetro, chiusa. Lorraine ha rivelato che ancora oggi, la bambola si muove occasionalmente, ed emette strani rumori quando i visitatori le passano accanto.

Nel 2014 uscì al cinema il film “Annabelle” che narra la storia di una giovane coppia John e Mia e di una bambola posseduta dallo spirito malvagio di una criminale Annabelle Higgins, figlia dei vicini di casa.

 

Roby Contarino
Scrittore, poeta, autore di canzoni, blogger, social media manager. Gestisce un blog personale "Ad esempio a me piace scrivere". Collabora oltre che con Quotidian Post anche con CalcioNow, Spynews e Supernews. Ha pubblicato tre romanzi (Un amore, un destino; Come dentro una Bottiglia; All'ombra dell'ultimo sole". A dicembre uscirà il suo nuovo romanzo "Il Pianista e la bambina: vita sopra le righe".
Potrebbero interessarti anche