Piccola ripresa del settore immobiliare

Secondo l'Istat il mercato della "casa" è in ripresa

Una buona notizia arriva dal settore immobilare. Quest’anno nel primo trimestre i dati delle compravendite immobiliari sono aumentati di circa l’0,6% rispetto al trimestre precedente. A dirlo è proprio l’Istat che ha quantificato le contrattazioni in circa 176.687  fino ai primmi mesi del 2018. Questo rappresenta un ottimo segnale di crescita, anche se ancora un pò a rilento.

Qual’è l’andamento dei prezzi?

Sempre secondo quanto dichiarata dall’Istituto di statistica, i prezzi degli immobili sono diminuiti del’-0,1% rispetto al trimestre precedente. Nell’anno la riduzione è stato dello -0,4%. I dati fanno riferimento al solo mercato degli immobili ad uso abitativo. La riduzione del prezzo di acquisto/vendita rappresenta da sempre una leva importante per l’accellerazione della trattativa. Se negli anni 2008-2012 magari gli immobili erano sottoposti a maggiorazioni eccessive, adesso si riscontra un livellamento di prezzo che spinge verso la ripresa del mercato.

in particolare…

Secondo una nota del comunicato a fare da traino sono le isole (+8,4%), poco seguite dal Sud e centro (+0.9%). Il Nord registra una lieve flessione (-1%). Continuano ad arrancare le conpravendite che hanno ad oggetto immobili ad uso commercialie. Sulla questione il vicepremier Salvini propone di ridurre l’IVA al 50% per l’acquisto di immobili di nuova costruzione e impatto zero per l’ambiente. Inoltre, l’abolizione dell’IMU sui negozi sfitti e sui fabbricati destinati alla produzione di beni e servizi. Per finire, introduzione della cedolare secca per i contratti di locazione commerciale.

Ottime le proposte, ma vedremo cosa accadrà nei prossimi mesi

 

Francesca Cavaleri
Laureata in economia aziendale con specializzazione in direzione aziendale, nella vita sono una giovane imprenditrice nel settore immobiliare e nella gestione condominiale
Potrebbero interessarti anche