23 e 24 marzo, le Giornate Fai di primavera alla scoperta delle bellezze dello Stivale

Oggi 23 marzo e domani 24 marzo tornano le Giornate Fai di primavera: un'occasione per scoprire le tante bellezze del nostro Paese

In questo primo fine settimana di primavera sarà possibile visitare 750 luoghi in 400 località del Belpaese con ingresso gratuito oppure a contributo libero (a sostegno del Fai, cioè il Fondo Ambiente Italiano).

E’ un’occasione imperdibile per conoscere, rivedere, apprezzare, le ricchezze del nostro Paese.

- Advertisement -

In queste due giornate, ad esempio, recandoci nel Salento, potremo osservare da vicino il lavoro degli abili artigiani che si dedicano alla famosa lavorazione del giunco con cui realizzano oggetti, come le “sporte”, contenitori tradizionali con cui i contadini portavano con sè il cibo nei campi durante la giornata di lavoro.

Tra i beni e i siti di interesse culturale e storico che aderiscono a queste due giornate indette dal Fai, ci sono anche: la chiesa e il frantoio di San Ligorio a Lecce, Palazzo Boccaccio a Matino (Lecce), il Campo dei Giganti al Villaggio Boncore a Nardò.

- Advertisement -

Spostandoci in Campania, la città di Napoli schiererà la Marina Militare per la ormai tradizionale manifestazione che la vede protagonista da 32 anni delle Giornate Fai. In tutta la regione saranno ben 40 i siti aperti al pubblico in questo week end.

Il Veneto invece darà libero accesso a 39 dei suoi gioielli architettonici, tra cui l’ex Foro Boario di Padova, il Negozio Olivetti, Palazzo Labia a Venezia.

Elisabetta Beretta
Elisabetta Beretta
Ho un diploma di Perito Aziendale e Corrispondente in lingue estere e un background da studio commercialista, dove ho lavorato per 27 anni in Italia occupandomi di dichiarazioni dei redditi, bilanci ed ero la responsabile finanziaria dello studio. Ma ho sempre amato scrivere. Nel 2021 ho cominciato a predisporre contenuti di vario genere come ghostwriter. Nel 2022 ho deciso di avere bisogno di un cambiamento radicale: mi sono licenziata e sono partita per l’Andalusia dove sono attualmente residente.